La Germania rilascia Carles Puigdemont: libertà su cauzione

Carles Puigdemont può definirsi nuovamente una persona libera, ma su cauzione e con restrizioni. Questa la decisione della Germania che respinge anche la richiesta di estradizione formulata dalla Spagna

Dopo il suo arresto avvenuto in Germania poco più di 10 giorni fa, Carles Puigdemont ha riottenuto la libertà seppur su cauzione. A deciderlo, il tribunale territoriale dello Schleswig-Holstein.

Carles Puigdemont in libertà per decisione tedesca

Era appena lo scorso 25 marzo quando sulle prime pagine di siti e giornali cartacei appariva, seguito da titoloni, il nome di Carles Puigdemont associato alla notizia del suo arresto avvenuto, dopo mesi, in Germania. Il leader a sostegno dell’indipendenza catalana infatti era stato fermato appena 10 giorni fa al confine tra la Germania e la Finlandia, dopo aver avuto sulla testa per mesi un mandato d’arresto europeo. Fermato in Germania, il leader indipendentista era stato trasferito con immediatezza al penitenziario di Neumünster, nella Germania del Nord. La notizia, rimbalzata da stato a stato, aveva provocato nel giro di pochi istanti una vera rivolta nella patria del politico, in Catalogna e ancor più nello specifico, a Barcellona. Ora però, Puigdemont è tornato in semilibertà.


puigdemont

Carles Puigdemont, rilasciato dopo l’arresto avvenuto in Germania
Credits: Ansa



Puigdemont rilasciato su cauzione

A decidere per tutti è stata la corte tedesca che, a 10 giorni dall’arresto del leader indipendentista, ha deciso di concedergli la libertà provvisorio dopo il versamento di una cauzione di 75mila euro. Pacata e dimessa la reazione di Madrid, che accusa Puidemont anche di malversazione di fondi pubblici: “Rispettiamo la decisione tedesca”. A riferirlo è stato il ministro della giustizia stesso, Rafarl Català. Intanto, mentre si attende che il leader esca fisicamente dal carcere, anche il Belgio di adegua alla linea tedesca: il tribunale belga ha così deciso infatti di rilasciare 3 ex ministri catalani: concessa a loro la libertà ma, a differenza di Puigdemont, senza alcun tipo di cauzione. Tassativa inoltre la decisione della Germania nel non concedere alla Spagna l’estradizione di Puigdemont per il reato di ribellione. “Ci vediamo domani. Molte grazie a

tutti”, queste intanto le parole che hanno fatto capolino sul social del leader.