Massimo Giletti e Italo Bocchino: durissimo scontro a Non è l'Arena

L'ex deputato Italo Bocchino ha chiesto a Massimo Giletti di mostrare le sue buste paga di quando lavorava in Rai, provocando la dura replica del presentatore

Durante la puntata di ieri di Non è l’Arena, si è acceso un duro scontro quando il discorso sui compensi dei politici è stato dirottato dall’ex deputato Italo Bocchino sulle buste paga che Massimo Giletti riceveva quando lavorava in Rai come conduttore de L’Arena.

Massimo Giletti replica duramente

Il fatto che la Rai sia un’emittente pubblica ha permesso a Italo Bocchino di esprimere un parallelismo: sia lui come politico, sia Massimo Giletti, come conduttore televisivo, sarebbero stati pagati con soldi pubblici, versati dai contribuenti. Questo parallelismo lo porta a chiedere in diretta al presentatore di essere ospitato in trasmissione per svelare i compensi ricevuti come deputato, ma solo a patto che anche Giletti mostri le sue buste paga. “Io vorrei mostrarvi tutte le buste paga e parlare del rapporto tra parlamentare e contribuenti. E vorrei che anche tu venissi con le tue buste paga“, dice Bocchino al telefono.

Ma Massimo Giletti ha subito chiarito, con toni molto duri, che la sua posizione non può affatto essere equiparata a quella dell’ex deputato, visto che la sua professione non è quella del politico e, di conseguenza, non ha responsabilità di carattere pubblico, in questo senso, come quelle di un politico. “Tu fai politica io faccio il conduttore, ho sempre dichiarato pubblicamente quanto prendevo e con il mio lavoro ho fatto guadagnare fior di milioni all’azienda. Questo discorso fallo con Romeo e gli amici tuoi, io caro Italo, sono stato mandato fuori dal sistema Rai per le mie battaglie“, replica con forza.

Guarda il video:

Fonte video: Youtube