A 10 anni minaccia di lanciarsi da una finestra, aveva litigato con i genitori

La piccola in passato aveva sofferto di disturbi, sarebbe salita sul cornicione della finestra e avrebbe minacciato di gettarsi. Salvata dagli agenti intervenuti sul posto

Momenti di panico per una mamma veronese quando la figlia di 10 anni si è arrampicata sul cornicione della finestra e ha minacciato di lanciarsi di sotto. La bambina è stata salvata dal tempestivo intervento di due agenti di polizia.

Litiga con la madre, minaccia di lanciarsi dalla finestra

I fatti risalgono allo scorso giovedì, quando nel pomeriggio mamma e figlia hanno avuto una lite. La bambina, in preda alla rabbia, ha deciso di arrampicarsi sul cornicione della finestra e ha iniziato a minacciare di volersi gettare di sotto. Le due risiedono in zona Valverde, Borgo Trento a due passi dal centro di Verona.


A 10 anni minaccia di lanciarsi da una finestra, aveva litigato con i genitori

Se ne stava seduta con la schiena rivolta verso l’esterno, la madre, dopo gli innumerevoli tentativi ha allertato la polizia di Stato. Gli agenti sono intervenuti tempestivamente, una volta sul posto hanno trovato la piccola che li “aspettava”, e approfittando di un momento di distrazione, sono riusciti a trarla in salvo.

Il miracoloso intervento e il trasferimento della bimba in ospedale

Con la chiamata al 118 sul posto sono intervenuti due volanti, gli agenti entrando nella stanza si sono trovati davanti una scena ad alto rischio. La bimba era appoggiata sul cornicione della finestra, la fronte rivolta verso di loro e la schiena verso il vuoto. Uno dei due uomini ha cercato di tranquillizzarla parlandole, mentre l’altro appena colto un momento di distrazione si è tuffato su di lei, afferrandola e traendola sin salvo.

L'ospedale di Borgo Trento

Sul luogo era presente anche il personale di Verona Emergenza, che si è subito occupato della bambina. La piccola è stata messa al sicuro, tranquillizzata e affidata alle cure del personale di Verona Emergenza. È stata presa la decisione di trasferirla al reparto di psichiatria dell’ospedale di Borgo Trento per una visita.

Sono ancora da chiarire le cause del gesto, come detto in precedenza, pare che madre e figlia avessero litigato. La piccola già in passato aveva sofferto di disturbi.