Lite furiosa a Giletti, la ragazza urla: "Non ci offenda"

Una giovane di Mezzojuso ha inveito in diretta contro massimo Giletti, accusandolo di offendere la comunità di Mezzojuso

132
Consiglia
Scena al limite dell’epico, ieri, a Non è l’arena: Massimo Giletti parlava del caso di 3 sorelle di Mezzojuso che stanno combattendo una battaglia per rivendicare il loro diritto a gestire l’azienda agricola di famiglia (nonostante la mafia, che vuole prendersi i suoi pascoli, e la mentalità popolare che non vede di buon’occhio una direzione tutta al femminile). A metà servizio, mentre un inviato della trasmissione era a Mezzojuso, si è scatenato un putiferio: una ragazza, che si è dichiarata la vicepresidente della consulta giovanile, ha inveito contro il conduttore ed il programma, dicendo che ciò che veniva detto nel servizio offendeva la comunità di Mezzojuso.

La mafia dei pascoli

Da anni, Irene, Anna e Ina Napoli gestiscono tra enormi difficoltà i pascoli ereditati dal padre. Da una parte la mentalità locale accetta con resistenze il fatto che 3 “fìmmine” possano gestire un’azienda; dall’altra, la mafia locale sta cercando di prendersi i territori delle 3 sorelle. Per farlo, ha messo in atto veri e propri atti intimidatori: hanno sparso il sangue sui pascoli, hanno ucciso i cani, hanno rotto le recinzioni. Le 3 sorelle ora denunciano di essere state lasciate sole dalla comunità: nessuno, dicono, le ha aiutate in nessun modo. Massimo Giletti ha quindi tentato di esporre la vicenda in modo da smuovere le acque, ed un primo servizio era già andato in onda una settimana fa.Ora, la giovane vice-presidente della Consulta giovanile ha voluto esprimere il suo dissenso, dichiarando che lei era andata a fare visita alle sorelle subito dopo il servizio mandato in onda precedentemente. Il tono e la rabbia della ragazza hanno colpito molto Giletti, che ha chiesto ripetutamente alla ragazza: “Dove eravate 8 anni fa? Dove eravate 11 anni fa?”. Dalla ragazza, nessuna risposta.

Guarda il video:

Fonte video