I finalisti salutano l'Isola

Dopo mesi di grandi sacrifici, sofferenze, litigi, amicizie e dure battaglie l’avventura dei naufraghi all’Isola dei Famosi può ora dirsi definitivamente conclusa. Una pergamena contenente il messaggio dell’imminente abbandono dell’Honduras ha dato così il via, per Francesca Cipriani, Bianca Atzei, Nino Formicola, Amaurys Pérez e Jonathan Kashanian, alla preparazione dei bagagli e al tempo delle riflessioni.

La fatidica pergamena: addio Isola

La lettura della fatidica pergamena

La lettura della fatidica pergamena

L’avventura dei nostri naufraghi in Honduras è volta al termine quando è stata fatta loro recapitare una pergamena a Cayo Paloma contenente il messaggio più atteso: “Il momento di lasciare per sempre l’Isola è arrivato”.

I ragazzi hanno così avuto a disposizione un’ora di tempo per preparare i bagagli. Ma, fra i preparativi, c’è stato anche il tempo per i naufraghi per fare un bilancio della loro avventura sull’Isola.

I pensieri di Francesca e Nino

Un’esperienza come quella dell’Isola dei Famosi ti cambia, ti permette di guardarti dentro e di scoprire te stesso in tutte le tue sfaccettature. Nell’animo di Francesca i sentimenti sono contrastanti: “Fanno a lotta la tristezza con la felicità. Sono triste di lasciare l’Isola perché mi ha dato tanto. Sono entrata in un modo e adesso posso dire di essere cambiata. Devo essere felice di quella che sono.

Anche Nino Formicola ha espresso il proprio giudizio su un’avventura che lo ha visto coinvolto soprattutto nella gestione delle faccende quotidiane, tra cui il controllo del fuoco: “Il fuoco è stata la certezza dell’Isola. L’unica cosa che potevo fare era quella che conosco meglio: gestire il fuoco. Mi ha dato la sicurezza che sull’Isola non ero una persona inutile”.

La lettera di Bianca e l’offerta di Amaurys a Madre Natura

Amaurys Pérez all'Isola dei Famosi

Amaurys Pérez all’Isola dei Famosi

Prevale, invece, la malinconia nel cuore di Bianca Atzei. La cantante ha confessato di aver voluto scrivere una lettera durante la sua permanenza in Honduras: “C’è una lettera che non ho mai scritto e vorrei scrivere.

La persona a cui mi riferisco sa quello che penso e che ho nel cuore perché bisogna sempre credere nell’amore. Un cuore rotto non passa in tre mesi. Il riferimento alla storia d’amore avuta con il pilota motociclistico Max Biaggi è evidente, ma dopo queste confessioni la Atzei ha concluso con un messaggio di speranza e di ottimismo verso il futuro: “Comunque sia voglio crederci, perché l’amore è la cosa più bella del mondo”. Per Amaurys, invece, le ultime ore in Honduras sono state spese a caccia di pesci, uno dei quali è stato però rigettato in mare dal pallanuotista: “Ho perso 23 chili, sono stato male, ma mi ha reso più forte ancora. Ho deciso di lasciare l’Isola così, pescando un pesce e liberandolo: è stata un’offerta a Madre Natura”.

Leggi tutti gli articoli sull’Isola dei Famosi

“Siamo nati naufraghi”

Il momento della partenza è arrivato in un batter d’occhio e le conclusioni finali sono tutte di Jonathan: Siamo nati naufraghi, siamo sempre in balia delle onde e del destino”. E poi l’immancabile e ovvio paragone con il ritorno alla vita di tutti i giorni: “Siamo davvero pronti per ritornare alla civiltà?”. Col sopraggiungere di cinque imbarcazioni a riva l’avventura dei finalisti si è così conclusa: saliti a bordo, hanno definitivamente salutato l’Honduras. Il tempo delle acque cristalline e delle battute di pesca, della ricerca della legna e della caccia a cocchi e frutti tropicali, è finito. La destinazione adesso è solo una: l’Italia, la vita di tutti i giorni, la civiltà. In attesa di scoprire, nella finale di stasera, chi sarà il vincitore di questa edizione.