india pena capitale

Una notizia che in India arriva alla luce di recentissime notizie di cronaca nera in tutto e per tutto inerenti al tema. Dopo i numerosi e brutali casi di violenze sessuali ai danni di bambine minorenni, tra cui alcuni sfociati in veri omicidi, il governo ha approvato la legge: chiunque commenterà uno stupro ai danni di bambini inferiori ai 12 anni di età verrà condannato alla pena capitale.

India: pena di morte per chi stupra i bambini

Nelle ultime settimane – ma è una tragedia che si protrae da tempo – la cronaca indiana è stata indelebilmente segnata da casi orripilanti di stupri ai danni di bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni.

Violenze impossibile da commentare e che, nel più delle volte, sono sfociate in omicidi ancor più efferati. L’ultimo caso appena qualche giorno fa: durante un matrimonio, un giovane 25enne tra gli invitati avrebbe dapprima sottratto la bimba con la violenza e, dopo averla stuprata, si sarebbe sbarazzato del cadavere buttandolo via in un canale. Di pare gravità anche la notizia, di qualche giorno più vecchia, di uno stupro di gruppo perpetrato ai danni di un’altra bambina di 8 anni. E questo, risulta essere solamente tra gli ultimi abominevoli stupri perpetrati ai danni di una bambina.

A fronte di questo nuovo e spregevole caso, il governo indiano ha deciso di intervenire nel più duro dei modi.

india pena capitale

Immagine di repertorio

Pena di morte per chi stupra i minori di 12 anni

Arginare il problema, per il governo indiano, significa in maniera indiscutibile varare l’emendamento alla legge sulla protezione dei minori dai reati sessuali. Così, in relazione alla Protection of Children from Sexual Offence Act, il governo indiano ha deciso di approvare la condanna alla pena capitale per chiunque violenterà sessualmente bambini di età inferiore ai 12 anni.

Prima dell’odierna decisione, il governo indiano prevedeva per questo genere di reato una pena già esemplare quale l’ergastolo.