Di Maio-Salvini: ancora nessun premier

Di Maio e Salvini questo pomeriggio sono saliti al Colle per conferire con Mattarella, ma chiedono ancora tempo

Sembrava cosa fatta, invece Di Maio e Salvini dopo aver parlato con Mattarella questo pomeriggio chiedono ancora tempo. “Abbiamo chiesto qualche altro giorno per ultimare il programma di governo“, ha spiegato Di Maio alla stampa, sulla stessa linea anche il leader della Lega Matteo Salvini.

L’idea di Di Maio

Dopo il colloquio con Mattarella, Di Maio ha detto che il MoVimento è soddisfatto “delle interlocuzioni portate avanti finora, del clima e dei punti che si stanno portando a casa: reddito di cittadinanza, legge Fornero, taglio agli sprechi, lotta alla corruzione, carcere per chi evade il fisco“. “Abbiamo chiesto ancora un po’ di tempo. Se parte questo governo, parte la terza Repubblica: a: quella in cui i cittadini fanno un passo avanti e i politici fanno un passo indietro“, ma di nomi per il futuro premier ancora non ne se parla. Come qualche giorno fa entrambe le delegazioni chiedono ancora tempo ma chissà quanto ne può concedere ancora Mattarella. Tutti sanno infatti che ci sono scadenze internazionali che obbligano le due parti a trovare, se possibile, in poco tempo una quadra.




Le parole di Salvini

Il leader del centrodestra ha incontrato Mattarella appena qualche ora fa. Uscito ha spiegato alla stampa: “Serve un accordo di governo omogeneo, su alcuni punti importanti ci sono ancora distanze con M5s“, poi si è spiegato meglio, “Per serietà vi dico che serve tempo per capire se questo governo può partire o se Lega e M5s si salutano“. Molto chiaro Salvini che, in linea con Di Maio, ribadisce la necessità di tempo. “Se ragionassimo per convenienza non saremmo qua. Stiamo facendo uno sforzo enorme“.



Oggi è venuto a galla il nome di Giulio Sapelli come futuro premier, ma il MoVimento 5 stelle ha smentito la notizia. Un nome, almeno, le due parti in mente lo avranno, ma per ora nessuno ne parla pubblicamente.