Caterina Balivo lascia detto fatto: ecco chi potrebbe sostituirla

Ormai è ufficiale: Caterina Balivo lascerà Detto fatto, la trasmissione di cui è al timone dal 2013 e di cui è anche stata autrice, ma ci sono già i nomi di chi potrebbe sostituirla, e intanto la madre rivela il lato più segreto di lei

Un brutto colpo per tutti i seguaci della trasmissione Detto Fatto che ogni giorno, da anni, traggono da ospiti e tutorial i segreti e le soluzioni su vari campi: dalla cucina, all’economi a domestica, al giardinaggio, all’hair styiling piuttosto che decorazioni, make up, look, diete e chi più ne ha più ne metta.

La consolazione è che per la Balivo, la sua storica conduttrice, la Rai ha in serbo una nuova trasmissione sempre in fascia pomeridiana, m su Rai1 che probabilmente fungerà da trampolino a La vita in Diretta, che, come ormai è ufficiale, sarà condotta da Tiberio Timperi.

Chi sostituirà la Balivo?

Come c’era da immaginarsi, da come l’addio è stato ufficializzato non si è fatto altro che parlare della possibile sostituta della conduttrice. Si è inizialmente parlato di Serena Rossi, già sua sostituta durante la seconda maternità, ma questa conduzione sembra molto difficile a causa degli impegni dell’attrice sul set. Altro nome papabile, quello della 47enne Natasha Stefanenko, l’ex modella russa naturalizzata in Italia. Si vocifera anche di Lodovica Comello (in arte anche Violetta, personaggio molto amato dai bambini) e c’è anche chi ha azzardato il nome di Vladimir Luxuria. Per ora i provini sono ancora aperti e nulla è certo, neanche il posto che avrà effettivamente la Balivo nella prossima stagione televisiva.

Natasha-Stefanenko

Natasha Stefanenko possibile nuova conduttrice di Detto fatto



La madre di Caterina Balivo intanto…

Mentre il fermento intorno alla Balivo è grande, la madre in un’intervista a Tv Sorisi e Canzoni ha raccontato gli inizi della sua carriera, quando ha annunciato che voleva entrare nel mondo dello spettacolo, momento in cui le hanno dato un ultimatum e sono stati molto severi: “Le abbiamo fatto capire sin dall’inizio che il mondo dello spettacolo è effimero. Oggi c’è e domani chissà”. Da piccola infatti con la sua diligenza, e la sua obbedienza non dava proprio l’idea di voler fare tv:”Si accontentava di quello che avevamo in casa. Era socievole e non mi dava l’idea che volesse fare tv. Il suo sogno era diventare magistrato per combattere le ingiustizie. È una che prende posizione quando ci crede. Alle superiori era rappresentante di classe ed era la prima a parlare se doveva far valere le ragioni sue e dei suoi compagni”. Pero, confessa, che oggi la segue tutti giorni, perché è come averla in casa.