toffa

Nadia Toffa porta a casa il premio di giornalismo internazionale, tra i più ambiti, quello dedicato a Marco Lucchetta. La iena vince grazie al reportage targato Italia 1, che ha firmato per Le Iene.

In un periodo così difficile, che sta mettendo a dura prova la Toffa e la sua carriera, un riconoscimento del genere è di sicuro un punto di luce che rinfranca.

Il premio Lucchetta

Si tratta di un premio istituito da fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin in collaborazione con Rai Radio Televisione Italiana, uno dei più importanti riconoscimenti giornalistici internazionali. Giunto alla sua quindicesima edizione il premio quest’anno ha scelto come focus, l’infanzia rubata, puntando la lente sulle zone marginali del Paese.

La Toffa si è aggiudicata il riconoscimento con il reportage realizzato a 4 mani con Marco Fubini per Le Iene. Nel servizio i giornalisti danno voce al dramma dei ragazzini costretti a prostituirsi per pochi spiccioli, nei pressi dello stadio di Bari. Parimenti si è aggiudicato il premio anche il quotidiano La Sicilia, che ha pubblicato il lavoro di Carmelo Riccotti La Rocca e Martina Chessari, sui figli del caporalato. Il premio sarà celebrato il 25 maggio al Politeama di Trieste.

La battaglia della Toffa

Uno spiraglio di luce, questo riconoscimento per la Toffa, che sta sicuramente affrontando il momento più difficile della sua carriera.

Difatti, in questo periodo, la iena si sta sottoponendo a pesanti cicli di chemioterapia, per scongiurare il pericolo del cancro.

Nadia Toffa Instagram

Nadia Toffa si mostra su Instagram con una fascia a fiori.

Nonostante la sua grande forza di volontà e la sua passione per il lavoro, che l’ha portata a sfidare le cure, la Toffa si è vista costretta a sospendere la sua attività. Nelle scorse settimane ha annunciato il pit-stop, che non solo l’ha portata ad abbandonare il lavoro per un po’, ma anche a declinare importanti inviti in trasmissioni del calibro di Amici.

Ma lei fiduciosa conforta i fan: “Tornerò presto“.