bambini sporcizia abusi torture orrore california

Come nelle favole in cui i bambini vengono catturati dall’orco e costretti a vivere nella casa degli orrori. È la terribile storia di 10 fratellini che sono stati allontanati dalla famiglia dopo che la polizia ha scoperto che vivevano in condizioni disumane ed erano da anni soggetti ad abusi da parte dei genitori: un padre orco, accusato di sadismo dalle autorità americane, e una madre complice che ancora oggi continua a difendere il marito. Nella casa degli orrori i poliziotti hanno trovato spazzatura nei lettini e un bagno con il pavimento e i muri completamente ricoperti di feci. I bambini, di età compresa tra i 4 mesi e i 12 anni, riportavano segni di abusi sessuali e cicatrici da ustione e da proiettile, probabilmente di una pistola ad aria compressa.

ATTENZIONE: Le immagini presenti nell’articolo potrebbero ledere la sensibilità del lettore

orrore bambini california abusi padre

Il bagno ricoperto di feci che i bambini erano costretti a usare. Foto: AP

La casa degli orrori in California

È successo negli Stati Uniti nella città di Farfield. I coniugi Allen sono stati arrestati con le accuse di negligenza e tortura, cui si è aggiunta, per il padre, l’accusa di violenza sessuale. Per lui, su cui pendono sette capi d’accusa, è stata fissata una cauzione di 5 milioni di dollari: ad aggravare la sua situazione la scoperta, da parte degli inquirenti, del fatto che sarebbe stato lui a dare inizio e continuità alle violenze in maniera sempre più efferata e terribile.

Intanto, mentre i servizi sociali continuano a scoprire gli orrori dai racconti dei bambini, la madre continua a difendere il marito e ha dichiarato: “Avete trovato cicatrici sui corpi dei miei figli perchè sono bambini, è normale che giocando si facciano male”.

bambini sporcizia abusi torture orrore california

I poliziotti hanno trovato cibo avariato sul pavimento della casa e spazzatura ovunque. Foto: AP

Parla la madre dei fratellini: “La nostra è una famiglia normale

L’orrore di casa Allen è diventato un caso mediatico negli Stati Uniti dopo che la madre dei dieci fratellini torturati e abusati ha aperto la sua casa ai fotografi e ai giornalisti dicendo: “La nostra casa è una casa normale, la nostra famiglia è normale.

Nessuno dei miei figli si è mai fatto male davvero: le cicatrici, le ustioni sono normali, è normale che i bambini si facciano male”. Gli abusi sono stati scoperti per caso dopo che il figlio maggiore della coppia era scappato di casa qualche mese fa. Entrando nella casa dove viveva la famiglia, i poliziotti hanno trovato i bambini in condizioni disumane. Molti di loro presentavano cicatrici di bruciature, segni di ossa rotte aggiustate malamente e si sono presentati agli agenti sporchi e terrorizzati. Nei loro lettini la polizia ha trovato spazzatura, cibo avariato sul pavimento delle loro stanze e feci sparse per tutto il bagno che condividevano.

bambini sporcizia abusi torture orrore california

Ina Rogers, la madre dei 10 fratellini, durante l’intervista rilasciata ai media statunitensi. Foto: AP

Torture e abusi: una vita di orrore per i 10 fratellini

Dopo la scoperta della situazione di squallore in cui i bambini erano costretti a vivere, la polizia ha fatto intervenire immediatamente in servizi sociali che hanno provveduto ad allontanare i fratellini dalla coppia. E lì, finalmente al sicuro, i bambini hanno iniziato a raccontare il loro orrore. Così i servizi sociali hanno descritto in tribunale le condizioni terrificanti in cui i fratellini erano costretti a vivere: “I bambini sono stati picchiati, strangolati, morsi, presi di mira con armi come balestre e pistole ad aria compressa, colpiti con armi come manganelli e mazze da baseball, gli mettevano la testa nell’acqua fino a simulare l’annegamento”. Alcuni dei fratellini presentavano anche segni di abusi sessuali.

bambini sporcizia california orrore abusi

I bambini erano costretti a dormire in letti pieni di spazzatura. Foto: AP

Ma la madre difende il marito: “Siamo genitori fantastici

Uscita su cauzione, la madre dei dieci fratellini continua a difendere il marito, ancora in carcere accusato di negligenza, tortura e abuso di minore. “Siamo dei genitori meravigliosi”, ha dichiarato Ina Rogers alle televisioni americane dopo aver fatto entrare i giornalisti a visitare quella che, a parere della donna, è “una casa normale in cui vive una famiglia normale”. Intanto a parlare sono state anche le nonne e i vicini di casa della coppia: le madri dei coniugi Allen parlano del padre come di un mostro che non si curava della casa e faceva del male ai bambini. I vicini di casa dicono invece di non aver mai saputo che la coppia avesse così tanti figli. Parrebbe inoltre che molti di loro non siano mai andati a scuola e non fossero mai usciti dalla casa degli orrori fino al momento del salvataggio da parte delle forze dell’ordine.

bambini sporcizia abusi torture orrore california

I genitori dei 10 fratellini sono stati arrestate con le accuse di negligenza e tortura. Al padre, Jonathan Allen, si è aggiunta l’accusa di abuso sessuale. Foto: AP