Rita Pavone e Giorgia Meloni si scagliano contro i Pearl Jam

Le tappe del tour dei Pearl Jam in Italia proseguono. Dopo Milano, il 26 giugno la band si è esibita allo Stadio Olimpico di Roma, l'entusiasmo dei fan non sembra essere condiviso da due personaggi di spicco del mondo politico e della musica italiana: Rita Pavone e Giorgia Meloni. Il tema dello scontro è legato ad un momento del concerto nel quale la band ha espresso il suo sostengo verso l’apertura dei porti.

Durante il concerto infatti la band ha performato una cover di Imagine dei Beatles, sullo sfondo un appello a favore dell’accoglienza dei migranti con gli  hashtag Aprite i porti e Save is not a crime. Per le due donne questa è stata vista come una vera e propria "intromissione" in affari che non riguardano la band.

I tweet di Rita Pavone

La critica della cantante italiana apparsa sul suo profilo Twitter non bada a spese nella questione dei termini utilizzati: ”Ma farsi gli affari loro mai?“ esordisce, per poi aggiungere “Approfittare di un proprio concerto per dare consigli pur cantando una meravigliosa canzone ad altri”. “Se ci tieni a dire la tua, fai un concerto ad hoc per quella causa, come feroce con Live Aid Michael Jackson e tantissimi altri”.

rita-pavone-pearl-jam

La cantante attacca tutti i “cip e ciop” che  a suo dire “prendono le lucciole per lanterne e sparano bordate idiote solo per darsi un contegno” ritenendolo “Poco etico e altamente opportunistico”.  Trovandosi però tante critiche, la Pavone ha tenuto a precisare cosa intendesse per farsi gli affari propri, “Con tutte le rogne che hanno a casa loro negli USA, vengono a fare le pulci a noi?

rita-pavone-pearl-jam

Giorgia Meloni non ci sta

Anche la leader di Fratelli d’Italia non ci sta al messaggio lanciato dalla band. Giorgia Meloni condividendo la notizia sul suo profilo Twitter non ha mancato di commentare la vicenda.  “Diamo ascolto ai Pearl Jam: andiamo a prendere i barconi degli immigrati e portiamoli al party esclusivo degli stessi Pearl Jam organizzato nei prossimi giorni in Costa Smeralda!” scrive.

Meloni-pavone-pearl-jam

La band si è esibita lo scorso 26 giugno allo Stadio Olimpico, e Eddie Vedder prima di intonare Imagine ha pronunciato un discorso in parte in inglese e in parte in italiano che si concludeva così:  "Siamo via da casa e quando torneremo il nostro paese sarà cambiato. Pace".  Alle sue spalle un manifesto e un appello:  "Facciamo appello al rispetto delle Convenzioni di diritto del mare, ma anche al profondo senso di umanità che ha sempre contraddistinto la Guardia Costiera Italiana: non si esima ora dalla salvaguardia delle persone".

L'impegno nel sociale dei Pearl Jam

Il tour dei Pearl Jam non è stato esente dalle prese di posizione su temi caldi legati al sociale. Oltre a quanto accaduto a Roma, durante la tappa milanese dello scorso week end la band non ha mancato di prendere una posizione nei confronti di quanto accaduto negli Stati Uniti. La vicenda dei bambini separati dai genitori ha scosso le coscienze di molti e Jill McCormick, moglie del leader della band non ha mancato l’occasione di mandare un messaggio chiaro alla First Lady Melania Trump.

La donna è infatti salita sul palco indossando una giacca identica a quella indossata dalla moglie del presidente con però una differenza enorme nella scritta sulla schiena: “Yes, we all care, y-don’t u” (si a noi interessa, perché a te no?).

[caption id="attachment_285801" align="alignnone" width="854"]parka-melania-trump A sinistra Melania Trump, a destra Jill McCormick[/caption]

Quella di Jill è stata una risposta a quello che è stato definito il parka delle polemiche. Quello indossato da Melania Trump durante il viaggio al confine col Messico per valutare e visionari la condizione dei bambini, aveva una scritta ben diversa. “Really don’t care- davvero, non mi interessa”.