caritas

Fa indignare la foto pubblicata dall’Unione Sarda, che riporta di un enorme spreco di cibo destinato ai più poveri. Da Macomer, comune del nuorese, viene pubblicata un’immagine di diversi pacchi di pasta donati dalla Caritas e poi abbandonati in un parcheggio.

Macomer, pasta donata dalla Caritas abbandonata in strada

Decine di chili di pasta lasciati nei pressi di un parcheggio vicino al centro della cittadina. È quanto viene fuori da una foto che sta scatenando aspre polemiche, soprattutto in merito allo spreco di risorse e lavoro dei volontari che poteva essere indirizzato ai bisognosi reali. I pacchi non sono etichettati con la marca, dato che dovrebbero essere lotti dati in beneficienza direttamente da fabbriche e supermercati. La scadenza però è chiara: 2019, impossibile dunque giustificare questo gesto.

pasta macomer

L’immagine dei pacchi di pasta abbandonati. Foto: Unione Sarda

Interviene don Andrea Rossi, parroco di Macomer, che dà voce alla rabbia generale di fronte a questo gesto. Al quotidiano sardo dichiara: “Si tratta di cibo tolto di bocca a chi realmente ne avrebbe bisogno e lo apprezzerebbe come merita. Si fanno tanti sacrifici per aiutare le persone in difficoltà e gli sforzi compiuti dalla Caritas vengono quasi vanificati da questo comportamento. A questo punto emerge che a Macomer, oltre alla povertà, ci sono problemi più seri“.

La Sardegna sempre più povera

Una notizia che colpisce in una Regione che ha visto aumentare il livello di povertà negli ultimi anni, come segnalato dal rapporto Istat di giugno. Un incremento del 3,3% dal 2016 al 2017, con il passaggio dal 14% al 17% dell’incidenza di povertà relativa, quella quindi calcolata in base ai consumi. Un trend che segue tutto il Mezzogiorno, rispetto al quale la Sardegna si posiziona seconda dopo l’Abruzzo: più grave la situazione nella altre Regioni del Meridione. In fondo alla classifica troviamo la Calabria, con il 35,3% di incidenza della povertà, e in Sicilia, con il 29%, un aumento record del 6,2%.

(In copertina: immagine di repertorio)