Al Bano Carrisi e quel voto alla Madonna: "Se avrò successo, ti farò una chiesa"

Al Ban Carrisi non ha mai nascosto di avere una forte fede nella Madonna, da sempre sua consigliera. Un vecchio aneddoto, rispolvera la sua devozione

Al Bano per un volta finisce in copertina ma non per merito delle sue vicissitudini amorose. Non c’è ombra né di Romina per una volta, né di Loredana. Al Bano Carrisi parla del successo e porta a galla un retroscena fatto di religione e devozione, una spiritualità indicata come vera fautrice del suo successo nella vita.

Dietro al successo, il voto alla Madonna

Alle spalle di Al Bano Carrisi c’è sicuramente tanta fatica, sudore e un’infinità di sacrifici ma anche tanta, tanta spiritualità. Il cantante di Cellino San Marco non ha mai nascosto di essere una persona particolarmente devota alla Madonna che, in più di un’occasione, ha rappresentato un punto fermo nella sia vita. Al Bano, profondamente religioso, ha sempre nutrito per la Madre Celeste una devozione sconfinata e oggi, parlando a Maria con te, ha voluto raccontare un vecchio aneddoto riguardante l’inizio della sua carriera.


Al Bano Carrisi – credits: Porta a Porta


La devozione di Al Bano

C’è sicuramente qualcosa di mistico, secondo Al Bano, nel suo esordio fortemente voluto e ambito ma, soprattutto, pregato. “Quando ero ragazzo passando per i campi mi fermavo sempre a un’edicola votiva con l’effigie della Madonna del Rosario e pregavo – ha raccontanto il cantate – ‘Se avrò successo, ti farò una chiesa‘”. Una promessa che Al Bano, nonostante la brillante carriera, non è riuscito a mantenere davvero: “Il successo è arrivato, e davvero volevo comprare il terreno dove c’era quell’edicola per mantenere la mia promessa, ma il proprietario non ha voluto vendermelo“. Il volere del proprietario terriero però non ha ostacolato il volere del cantante che ha semplicemente optato per un cambio: “Però la chiesa alla Madonnina l’ho fatta lo stesso, poco distante“.

albanoAl Bano Carrisi – credits: Verissimo


 

La Fede è sempre stato il suo porto sicuro

Davanti alle difficoltà della vita, ai dubbi e alle incertezze, è facile che l’uomo si senta solo e abbandonato, impotente. Occasioni che si rinnovano negli anni e che spingono, per umano sentimento, a rivolgersi verso il Cielo, chiedendo aiuto “C’è chi per affrontare una giornata ha bisogno di fumare 60-70 sigarette, io invece ho bisogno di pensieri spirituali e mi rivolgo a Lei, alla Madre Celeste“. Parlando a braccio, parole che risuonano come un promemoria collettivo: “Chi è davvero credente non deve mai avere dubbi: ciò che si chiede con fede sincera, prima o poi arriva, non importa quando. Perché il quando non sta a noi stabilirlo“.