insinna-flavio

Flavio Insinna è pronto a tornare su RaiUno, al timone stavolta de L’Eredità. Un programma, dichiara a Mio, diverso da tutti quelli fatti in precedenza e per il quale sta studiando senza sosta. Il conduttore punta innanzitutto a non deludere Fabrizio Frizzi, storico volto dello show e amico di Insinna. Difficile sostituire una personalità come quella del conduttore scomparso: Insinna vuole onorarne la memoria ma mettendo nel programma la sua inconfondibile impronta.

Flavio Insinna: la sfida de L’Eredità

Il mio primo obiettivo sarà non deludere lui“, racconta il conduttore al settimanale, “Fabrizio non è sostituibile, non posso fare questo tipo di miracolo, quindi se mi chiedi se riuscirò a non farlo rimpiangere rispondo certo che no.

Posso però cercare di essere bravo, e per farlo ho la fortuna di lavorare con una meravigliosa squadra di amici“. Insinna è positivo e sta mettendo molto impegno nella preparazione dello show. “Trascorrerò l’estate a studiare ed è una bellissima opportunità che a 53 anni la Rai ti dia ancora la possibilità di farlo, perché è un tipo di intrattenimento che non ho mai fatto, diverso dai programmi fatti finora“, ammette.

insinna frizzi

Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi. Foto: Instagram

La risalita del conduttore

Flavio Insinna è reduce da un anno molto difficile per lui, in cui ha perso importanti contratti di lavoro. La causa dei fuorionda mandati da Striscia La Notizia in cui il conduttore aggrediva verbalmente alcuni partecipanti ad Affari Tuoi. Per quegli episodi ha dichiarato di non essersi ancora perdonato, ma cerca di andare avanti. Insinna ha poi dovuto affrontare la scomparsa dell’amico e collega, come racconta: “È un periodo in cui ti manca un amico gigante da tutti i punti di vista, c’è un buco incolmabile.

È un periodo di riflessione“. Infine è arrivata come un colpo di scena la proposta di condurre L’Eredità, una sorpresa per Insinna, il quale ha accettato di misurarsi con questa sfida.