Neo papà muore in un incidente stradale poco dopo aver abbracciato la sua piccola

Kevin Quinn ha abbracciato la sua bambina un'ultima volta prima di morire in un tragico incidente stradale

La gioia per una nuova vita si è mescolata alla disperazione per la fine di un’altra. Il giovane papà di 32 anni Kevin Quinn, originario del Massachusetts, ignorava di star tenendo tra le braccia la sua piccola appena nata un’ultima volta. Dopo essere uscito dall’ospedale per tornare a casa, ha perso la vita in un tragico incidente stradale. Nonostante il trauma per una perdita così dolorosa, amici e familiari si sono messi all’opera per avviare una raccolta fondi online, in modo da aiutare la vedova e la piccola rimaste sole.

Il tragico incidente stradale

La felicità per una nuova nascita e l’euforia di diventare papà Kevin Quinn l’aveva provata mercoledì scorso. Sabato sera era ritornato in ospedale per passare del tempo con sua moglie e la sua bambina, nata da pochi giorni. Era però ignaro che l’abbraccio che stava dando alla sua piccola sarebbe stato l’ultimo. Messosi per strada per tornare a casa, sulla Route 28, vicino a Cape Cod, è avvenuto il tragico incidente che ha reciso per sempre il suo sogno di essere genitore. Il frontale con un’altra macchina che ha invaso la sua corsia di marcia non gli ha lasciato scampo. Dopo l’urto ha perso la vita anche il 22enne che si trovava alla guida dell’altra auto, mentre la sua passeggera di 24 anni è rimasta gravemente ferita.

Kevin QuinnKevin Quinn. Foto: Facebook


Una felicità distrutta

“Doveva tornare in ospedale più tardi la mattina successiva per portarle entrambe a casa e iniziare la loro nuova vita con la figlia”. La dichiarazione di amici e familiari non lascia dubbi sul fatto che per Kevin si stava profilando un nuovo percorso di entusiasmante felicità. Aveva infatti compiuto due missioni in Afghanistan come marine, prima di tornare a Mashpee, avviando un’attività e mettendo su famiglia. Un desiderio che il giovane coltivava da tempo, secondo quanto affermato da un suo amico. Per venire in aiuto della piccola e di sua madre rimaste sole, amici e familiari hanno organizzato una raccolta fondi online che non le faccia sentire abbandonate. Per loro la solidarietà è grande e già da lunedì pomeriggio sono stati superati i 155mila dollari.