Donna violentata dal figlio sotto l'effetto del crack

La donna è stata trovata nell’androne di casa e alle Forze dell’Ordine ha raccontato di essere stata aggredita e poi violentata dal suo stesso figlio per ore. Una storia agghiacciante a cui hanno dovuto far fronte gli agenti di Torino. La donna, una 50enne, è stata soccorsa mentre il figlio, che nega tutto, è stato arrestato. La violenza sarebbe cominciata mentre il figlio era allucinato dal crack.

Il racconto shock

Gli agenti l’hanno trovata sulle scale del palazzo, con i vestiti strappati, poi hanno tentato di capire cosa fosse successo. La donna che abita a Torino ha cercato di spiegarsi, di raccontare in qualche modo quei terribili momenti.

La Stampa riporta le parole della donna: “Mio figlio mi ha violentata per ore. È un tossicodipendente da anni. Si fa di crack tutto il giorno. Vive di allucinazioni. Adesso sta dormendo nella sua stanza. Solo adesso sono riuscita a liberarmi e a chiedere aiuto“. La donna agli agenti ha raccontato tutto, un verbale lo prova. “Stavo per uscire di casa, per andare a lavorare, quando lui mi ha aggredito in cucina. Ho cercato di fermarlo, ma lui mi ha minacciata. Sembrava un altro, non era mio figlio. Era fuori si sé. Mi ha immobilizzata e abusata.

Più di una volta si è fatto di crack mentre ero sua prigioniera. Solo quando si è addormentato sono riuscita a fuggire. Ho preso il telefonino dalla borsa ed ho chiamato la polizia“. Le violenze sarebbero andate avanti per 3 ore, prima che la donna riuscisse a trovare una via di fuga.

Donna violentata dal figlio sotto l'effetto del crack

La chiamata agli agenti

Ha trovato poi la forza di denunciarlo e ora l’inchiesta è coordinata dal pm Roberto Sparagna. Al momento si attendono le analisi del dna sugli abiti che la donna indossava, il figlio però nega tutto, ma per ora resta accusato di abuso sessuale.

La 50enne è stata portata per tutti gli esami al centro antiviolenza dell’ospedale Sant’Anna.