Muore al concerto della figlia: si era presentato per farle una sorpresa

Roberto Salsedo è morto tra il pubblico che stava ascoltando la voce di Martina. Il 68enne non voleva perdersi il concerto della figlia, a cui aveva deciso di fare una sorpresa, ma un malore improvviso l’ha portato via. La figlia, dal palco, si accorge che qualcosa non va e scende a controllare, non si aspettava certo che a stare male fosse suo padre.

Il malore e la morte

Martina Salsedo cantava per il pubblico di Effetto Venezia quando tra il pubblico qualcuno si sente male. Lei scende dal palco, anche per dare una mano, non sa che quell’uomo è proprio suo padre fino a quando non lo vede a terra. Roberto Salsedo viene subito soccorso, ma per lui non c’è niente da fare. I soccorritori lavorano per 40 minuti nel tentativo di rianimarlo, ma alla fine si sono dovuti arrendere.

Il racconto di Martina

A Il Tirreno Martina ha poi raccontato quegli attimi terribili. “Dal palco ho visto un uomo svenire, inizialmente non sapevo chi era: ho interrotto il concerto, era poco prima di mezzanotte. In un attimo ho capito tutto. Non sapevo neppure che ci fosse a sentirmi, voleva farmi una sorpresa“, ha spiegato. Martina Salsedo cerca poi qualcosa a cui aggrapparsi: “Mio padre ha deciso di morire accanto a me, con la mia musica: voglio viverla così questa tragedia“. Poi qualche dettaglio tragico: “Era il mio fan numero uno: quando ero a cantare a Livorno era sempre presente. Dico, a malincuore, che ringrazio il destino che mi ha fatto accettare l’invito di Effetto Venezia di cantare in Fortezza Nuova, a casa, e di essere stata presente alla morte di mio padre. Avevo ricevuto anche un altro invito a cantare a Genova: ho fatto la scelta giusta“. Il padre le aveva anche lasciato un messaggio sul cellulare, ma il suo telefono quella sera non prendeva. L’ha letto molto dopo, quando ormai la tragedia era già avvenuta. “Sei una forza”, le aveva scritto il padre.