Washington, non vuole tuffarsi ma gli amici la spingono giù: 16enne grave in ospedale

La 16enne non voleva tuffarsi ma gli amici, intorno a lei, l'hanno spinta giù dal quel ponte di quasi 20 metri: ricoverata in gravi condizioni

Una notizia drammatica, un gesto su cui si è troppo spesso soliti sorvolare che non solo denota mancanza di rispetto per le scelte altrui ma può, come in questo caso, compromettere la vita di una persona. Vacanze mare e gioventù può tradursi spesso e volentieri nella frantumazione del libero arbitrio, prigionieri della volontà altrui. Terribile quanto accaduto oltreoceano: amici spingono giù dal ponte l’amica 16enne che non voleva tuffarsi. Ricoverata, la giovane è ora grave in ospedale.

Non vuole tuffarsi ma gli amici la spingono

Non voleva affatto gettarsi in acqua, le sue titubanze non era un lento temporeggiare. La ragazza di 16 anni che nelle immagini viene ripresa sul cordolo di un ponte in procinto di tuffarsi probabilmente, se avesse potuto scegliere, non si sarebbe mai lanciata. Prendeva tempo, aveva paura ma questo non ha placato l’irriverenza degli amici, pronti addirittura a spingerla contro il suo volere. L’accaduto è avvenuto negli Stati Uniti, nello stato di Washington ma è una vicenda che ricalca le tante realtà italiane in questo simili. Uno scherzo che non solo non era uno scherzo ma che ora potrebbe costare la vita alla ragazza: spingendola già contro il suo volere, facendole fare un volto di 20 metri che le ha provocato alla ragazzina gravi danni e le sue sue condizioni di salute risultano ora critiche. Sembrerebbe infatti che la giovane 16enne abbia riportato la frattura di ben 5 costole e una lesione polmonare senza contare le abrasioni dovute all’impatto.

ATTENZIONE IMMAGINI FORTI

GUARDA VIDEO:

@Fonte Video: Katu2