Bimbi travolti da un treno: la madre ha provato a salvarli

Si comincia ora a ricostruire i tragici attimi che ieri hanno portato alla morte Giulia e Lorenzo a Brancaleone

Brancaleone – La tragedia comincia ad arricchirsi di tragici dettagli. Pare che Simona Dall’Acqua, la madre dei due bambini morti tragicamente ieri pomeriggio investiti da un treno, li abbia inseguiti verso i binari quando ha visto sopraggiungere il treno. Nulla ha potuto però, i bambini di 6 e 12 anni, sono stati investiti senza lasciargli scampo. La donna ora sta lottando per sopravvivere.

La dinamica dell’incidente

Da quanto si apprende, Simona Dall’Acqua stava portando i figli in spiaggia quando Giulia le avrebbe lasciato andare la mano per correre verso la spiaggia. Questione di attimi, il treno sta per arrivare e il fratello, Lorenzo, le corre dietro. Anche la donna prova a rincorrere i figli, sa che sono in pericolo. Il treno suona la campanella d’allarme, frena, ma non riesce comunque ad evitare l’impatto con i bambini che vengono immediatamente travolti. Simona viene investita dal convoglio solo in parte, e le sue condizioni risultano subito molto gravi. Anche il macchinista ha fatto di tutti quindi, ma non c’è stato modo di fermare in tempo il regionale partito da Catanzaro Lido e diretto a Reggio Calabria.

Bimbi travolti da un treno: la madre ha provato a salvare i bambiniIl luogo dell’incidente – Foto: Ansa


Le condizioni della donna

Al momento Simona Dall’Acqua è ricoverata nel reparto di Rianimazione degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Ieri, dopo essere stata soccorsa, è stata operata per la prima volta. Per oggi c’è in programma un secondo intervento, le sue condizioni sono gravissime. In seguito all’incidente la procura di Locri ha aperto un’inchiesta per accertare se ci siano responsabilità. La linea ferroviaria non ha alcuna barriera protettiva e pare che i due passaggi pedonali siano a un chilometro di distanza da dove è avvenuto l’incidente di ieri.