Fabrizio Corona torna da Nina Moric

Il ritorno di Fabrizio Corona dalla ex Nina Moric è stato raccontato da Chi, dove pare che i due vogliano fare pace, dopo i toni non certo pacati del passato. L’ex  re dei paparazzi ha già fatto parlare di sé, dopo la rottura con Silvia Provvedi e la nuova fiamma verso la giovane influencer Zoe Cristofoli. Alla fine però sembra essere “tornato” dalla storica ex Nina Moric, che si è fatto intenerire dopo tanti anni dal figlio Carlos, adesso 16enne, avuto con la showgirl. Pare proprio che ci sia l’intenzione di ricostruire la famiglia rimasta divisa per tanti anni, anche se nessuno dei due parla di tornare effettivamente insieme.

Lui: “Ho capito che voleva il nucleo centrale: mamma e papà”

Sembra proprio che Corona abbia deciso di fare il genitore e di mettere in primo piano i bisogni del figlio Carlos. Al settimanale Chi ha dichiarato: “Mi sono svegliato da un brutto sogno e ho riaperto il mio cuore. Ho parlato da adulto con mio figlio. Ho capito che voleva il nucleo centrale: mamma e papà”. Subito dopo ammette gli errori commessi: “Ho sbagliato tanto, spero che in corsa potrò continuare a donargli il giusto amore che merita”. Il desiderio di ricostruire la famiglia è quindi stato più forte di ogni altro.

Sul numero di Chi in edicola domani una clamorosa esclusiva: Fabrizio Corona e Nina Moric di nuovo insieme con il figlio Carlos. Dopo undici anni dalle ultime foto “posate” insieme in famiglia e una lunga guerra in tribunale da ex, Nina e Fabrizio guardano di nuovo un unico obiettivo. «Ho fatto io il primo passo», spiega Corona. «Mi sono svegliato da un brutto sogno e ho riaperto il mio cuore. Ho parlato da adulto con mio figlio. Ho capito che voleva il nucleo centrale: mamma e papà. Ho sbagliato tanto, spero che in corsa potrò continuare a donargli il giusto amore che merita. Ed eccoci io, Nina, che è davvero bella, più bella che mai, e Carlos, il mio sangue, il mio tutto. Quando li ho rivisti insieme ho sentito il cuore. È come se avessi pulito o cancellato rabbia e voglia di andarmene “ogni cinque minuti”. Di scappare, di annoiarmi, di inventare cose per fare, fare e fare. Ho sentito la mia famiglia e mi sono sentito amato anche io». Ecco le parole della Moric: «Dopo aver fatto volare coltelli e asce di guerra, era giusto far vincere la parola amore, che, badate bene, in me non si è mai spenta. Ora Fabrizio lo guardo come se fosse un fratello. Ci vuole molto, ci vuole un lungo percorso per arrivare a questa conclusione, ma Fabrizio rimarrà sempre l’uomo che mi ha dato un figlio. Il divorzio è stato un lutto per me. I suoi arresti hanno fatto il resto. Le scelte sbagliate, sono state dolore. E Carlos? Solo in mezzo a questa tempesta. Dio ci ha dato una nuova opportunità. Lo trovo un segno dal Cielo. Nostro figlio è il dono, noi dobbiamo dare la vita per lui e lo proteggeremo». Alla domanda perché ci sia voluto tanto, Corona ha una risposta precisa: «Io non sono un santo, ma Nina si è accompagnata con una persona che non l’ha aiutata. Non voglio nemmeno nominarlo. Nella mia famiglia non voglio che entri nessuno. Soprattutto da ora. Nessuno. E soprattutto nessuno che possa far del male alla mia ex moglie, che è una donna forte per certi versi, ma fragile per altri». E conclude: «Fino alla fine dei miei giorni ho una certezza: Nina sarà l’unica donna che mi ha reso padre. Non succederà mai più. Questo la rende unica! Per lei ci sarò sempre!’.

A post shared by Gabriele Parpiglia (@gabrieleparpiglia) on

Lei: “Nostro figlio è il dono”

Fabrizio Corona e Nina Moric si sono concessi in questi ultimi giorni alcune foto di momenti di vacanza insieme, anche se nessuno dei due parla d’amore, certo è che pace è stata fatta. La Moric ha dichiarato: “Dopo aver fatto volare coltelli e asce di guerra, era giusto far vincere la parola amore, che, badate bene, in me non si è mai spenta”. Non mancano parole intrise di emozione nei confronti di Fabrizio, in particolare in riferimento al fatto che è il padre di loro figlio Carlos.

Anche lei si richiama a lui, come il vero collante di questa famiglia in fase di ricostruzione: “Nostro figlio è il dono, noi dobbiamo dare la vita per lui e lo proteggeremo”. Non ci si aspetta quindi un ritorno insieme tra i due, ma un bel riavvicinamento sì.

Estate 2018. Che dire. Ho trascorso momenti bellissimi con il mio piccolo uomo, di gioco, di confronto, di coccole. L’ho guardato dormire notti intere, ho seguito il suo respiro sfiorandolo appena. Questa la vera magia che mi ha donato l’estate: addormentarmi e risvegliarmi, ritrovando sempre Carlos. E ancora. Ritrovare con Fabrizio il senso del nostro viaggio. Carlos, per entrambi l’unica Itaca. Il senso della famiglia, quello fuori dal tempo e dallo spazio, che supera rancori, gelosie o barrire formali di concetti giuridici come separazioni e divorzi. L’amore. Ecco cosa porterò a Milano nella valigia. L’amore che vince su tutto. Sempre. Nessuno partirà per Miami, nessun ritorno di fiamma ormai spenta da tempo,nessuna vita oltreoceano. Nessun villaggio. Nessuna “casa Corona”. Semplicemente un nuovo inizio che sarà con noi a Milano, con il colore del mare e il profumo di salsedine. Un nuovo inizio che non avrà mai fine, nonostante io e Fabrizio non torneremo mai più insieme, ma il lieto fine è dare serenità a nostro figlio Carlos Maria.

Un post condiviso da Nina Moric (@nina__moric) in data: