Se il cancro è un mostro con le zanne: la fumettista che combatte la malattia disegnando

Isabella Di Leo, in arte Nuttysia, ha scoperto di avere il cancro a 29 anni e ha deciso di sconfiggerlo con le sue armi migliori: la matita e la fantasia

La mia storia è uguale a quella di migliaia di persone: un giorno la tua preoccupazione più grande è scegliere quale film vedere su Netflix e il giorno successivo invece be’… ti trovi a dover lottare per scacciare il più ingombrante e antipatico degli inquilini”, così Isabella Di Leo, in arte Nuttyisa, grafica pubblicitaria e fumettista, ha annunciato la sua malattia. A 29 anni, come migliaia di donne in Italia, Isabella ha infatti scoperto di avere il cancro al seno. Così è nato Triplo Guaio, un racconto a fumetti della sua convivenza forzata con il tumore, un mostro viola con le zanne, che si è presentato improvvisamente e che Isabella dovrà combattere duramente per far uscire dalla sua vita. Ma lei non si dà per vinta e, dopo le terapie e gli interventi, continua a disegnare e a raccontare la sua storia che oggi è di ispirazione per molti.


La mia vita con il mostro

Meno di un anno fa a Isabella è stato diagnosticato un carcinoma mammario triplo negativo a uno stadio avanzato. Il tumore al seno è il più diffuso tra le donne italiane. Ogni anno se ne ammalano circa 50mila e, nonostante i progressi della medicina siano riusciti a diminuire le morti del 26%, ne muoiono circa 12mila all’anno. Un numero altissimo che fa di queste donne una marea silenziosa, che ogni giorno condivide la propria vita con questo mostro zannuto che succhia via forza, vitalità e futuro. Triplo Guaio, il fumetto di Isabella, nasce per raccontare del tumore e dei drammi che ruotano intorno al male, che lei affronta con ironia.

cancro seno fumetto isabella di leo triplo guaioFacebook.com/Nuttyisa’s World


Il disegno è stato la mia salvezza

All’inizio, racconta Isabella, la vita con il mostro zannuto non è stata per niente facile. È stata una delle volontarie che l’hanno seguita durante le terapie a darle l’idea. “Mi ha fatto capire l’importanza del buonumore in situazioni dure come queste, ed è così che ho imparato ad affrontare il mio mostro con una nuova forza. Il disegno, ancora una volta, è stata la mia salvezza”, scrive Isabella su Facebook. I suoi fumetti sono dedicati a chi, come lei, sta affrontando (o ha affrontato) la malattia.

cancro seno fumetto isabella di leo triplo guaioFacebook.com/Nuttyisa’s World