condanna rom

Roma, Mario Seferovic e Maicon Halilovic sono stati condannati rispettivamente a 6 e 5 anni e 6 mesi di reclusione, per violenza sessuale di gruppo a danni di due ragazzine di 14 anni. La terribile vicenda era emersa lo scorso novembre, ma lo stupro sarebbe avvenuto nel mese di maggio 2017.

Una delle due minori avrebbe conosciuto Seferovic su Facebook, dove aveva un altro nickname. Il ragazzo l’aveva attirata in zona Collatina con un’amica, lì le avrebbe trascinate nel bosco, legate e stuprate entrambe.

14enni violentate a Roma: condannati i due rom

Sono stati condannati per violenza sessuale di gruppo con l’aggravante della minorata difesa, Mario Seferovic e Maicon Halilovic.

 Questa la pena prevista per i  due ragazzi rom di vent’anni che avevano adescato e violentato due adolescenti. Sarebbe invece caduta l’accusa di sequestro di persona. A emettere la sentenza il gup Maurizio Silvestri, dopo un processo svoltosi con rito abbreviato. Per i due sono state disposte anche ulteriori misure di sicurezza della durata di un anno, relative ai loro spostamenti (i due saranno costantemente monitorati dalle forze dell’ordine).

La notizie dello stupro arrivò lo scorso novembre, dopo che le ragazze avevano trovato il coraggio di denunciare il terribile fatto. Stando a quanto emerso durante le indagini, Seferovic avrebbe minacciato le minori per molto tempo affinché loro non denunciassero l’accaduto.

Caso stupro collatina: le condanne

Immagine di repertorio

Adescarono due 14enni su Facebook

La terribile vicenda risale al maggio 2017, quando una delle vittime aveva conosciuto Mario Seferovic, uno dei due rom, su Facebook. Si faceva chiamare Alessio il Sinto. Il 21enne avrebbe attirato la giovane in zona Collatina per poi portarle in un boschetto dove avrebbe abusato di entrambe.

Le ragazze sarebbero state prima legate e poi stuprate mentre il complice, Maicon Halilovic, faceva da palo. Le vittime avrebbero trovato il coraggio di denunciare circa un mese dopo, senza sottoporsi ad esami medici.

I carabinieri hanno poi arrestato i due nel quartiere di Tor Sapienza. Il pm Maria Monteleone aveva chiesto una condanna a 10 per ciascuno dei due imputati.