Caso Diciotti, busta con proiettile al Procuratore Luigi Patronaggio

Il pm di Agrigento che ha aperto l'inchiesta sul Ministro dell'interno Matteo Salvini ha ricevuto oggi una busta contenente un proiettile da guerra e il messaggio: "Zecca sei nel mirino"

Il procuratore Luigi Patronaggio, già sotto scorta dai tempi in cui faceva parte del pool antimafia di Palermo, ha ricevuto una busta contenente un proiettile da guerra e il messaggio intimidatorio: “Zecca sei nel mirino“. Sulla lettera campeggia il simbolo di Gladio, un’organizzazione segreta paramilitare internazionale nata nel dopoguerra per contrastare l’Unione Sovietica e associata all’ultradestra. Il pm ha avuto un ruolo centrale nella vicenda della nave Diciotti. Il pm ha aperto un’indagine nei confronti del Vicepremier Matteo Salvini dopo che il ministro aveva impedito ai migranti della nave Diciotti di sbarcare nel porto di Catania. La nave era infatti rimasta attraccata al porto catanese per ben 5 giorni. Il procuratore si era recato sulla nave per verificare le condizioni di salute dei migranti prima di autorizzarne lo sbarco.

Il pm Patronaggio è stato minacciato da GladioIl pm Luigi Patronaggio. Foto: Corriere della sera


I provvedimenti per proteggere il pm

Già dopo la sua ispezione sulla nave Diciotti, quando ancora la nave era attraccata al porto di Catania con a bordo i migranti, il pm Luigi Patronaggio aveva ricevuto moltissime minacce sui social media. L’arrivo di questa busta con il messaggio intimidatorio firmato Gladio e il proiettile ha fatto alzare la guardia alle forze dell’ordine.

Infatti, la minaccia ha spinto i Carabinieri di Agrigento ad avviare le indagini e la Procura di Caltanisetta ad aprire un’inchiesta, per adesso, a carico di ignoti. Il Prefetto di Agrigento Dario Caputo ha invece convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza. Pare si stia esaminando l’eventualità di rafforzare la protezione per il pm Luigi Patronaggio, già sotto scorta.

Intanto, arriva il messaggio dell’ANM (Associazione Nazionale Magistrati) che, nelle parole del suo presidente Francesco Minisci, intercettato da Ansa, esprime solidarietà al pm Patronaggio: “Apprendiamo con sconcerto e preoccupazione la notizia del grave atto intimidatorio subito dal collega Luigi Patronaggio, destinatario di una busta con all’interno un proiettile e un biglietto di minacce. Esprimiamo la vicinanza dell’Anm, assicurando che l’azione dei magistrati non sarà mai condizionata da vili atti intimidatori, come questo che condanniamo con fermezza“.

Il pm del caso Diciotti Patronaggio è stato minacciato da GladioLa nave Diciotti


Dietro la busta l’ombra di Gladio

Il nome di questa organizzazione segreta paramilitare pare venga associato in Italia, oltre che alla guerra fredda, anche alle stragi mafiose. Questa organizzazione sembra sia vicina agli ambienti dell’ultradestra e pare abbia avuto un ruolo centrale nel deviare le indagini durante il periodo stragista.