anna-galiena-2

L’attrice Anna Galiena si è rivolta al Tribunale di Pesaro per denunciare un caso di appropriazione indebita che è stata fatta della sua immagine.

Ciò che è accaduto è molto grave: la Galiena ha scoperto che tramite l’uso di fotomontaggi, il suo volto è diventato protagonista di siti sconvenienti. La richiesta dell’attrice, che da anni vive a Parigi, è quella che siano scovati e perseguiti i responsabili. Una battaglia che Anna Galiena non combatte solo per se stessa, ma per tutte le vittime del web incorse in sgradevoli e simili circostanze.

I fatti

I fatti risalgono allo scorso anno, quando Anna Galiena è venuta a conoscenza di essere protagonista di alcune fake-page su Facebook.

Qui, tramite il sapiente uso della grafica, il volto dell’attrice era stato posto su pose da lei definite sconvenienti.

Anna Galiena e il suo avvocato

La Galiena ha raccontato tutto in un’intervista rilasciata a Il Resto del Carlino. “Tutto è iniziato un anno fa, dopo le segnalazioni di alcuni amici. Per un po’ ho resistito dall’andare a controllare, ma poi mi sono voluta rendere conto e ho scoperto, non senza sgomento, che qualcuno si era appropriato della mia identità, delle mie foto e si è messo a chattare con persone che pensano di avere un colloquio con me, cosa di per sé gravissima“.

La denuncia

Anna si è quindi rivolta all’avvocato Giorgio Paolini, per sporgere denuncia. “Nel far questo questo ci siamo accorti che in rete ci sono una miriade di siti che usano il mio volto per fotomontaggi in pose sconvenienti. Una vera e propria appropriazione indebita, anche dai contenuti osceni, che aveva bisogno di una mia reazione. Sono contenta di aver trovato a Pesaro un magistrato attento e sensibile, anche se poi non sappiamo come andrà a finire“. L’obiettivo della Galiena è quello di trovare i responsabili di tutto questo.

Che si perseguano gli autori di questi scempi. E poi, quando la giustizia avrà fatto il suo corso, pretenderò che vengano chiusi i siti incriminati di cui sono già usciti dati che riguardano i responsabili“.

Anna Galiena a Ballando con le Stelle

Infine, nell’intervista, l’ex concorrente di Ballando con le Stelle ha aggiunto: “Ci sono altri danneggiati come me e mi piacerebbe capire se si può, tutti insieme, fare qualcosa verso i gestori dei social che permettono tutto questo. Mi chiedo come possano accettare qualunque cosa senza sapere chi c’è veramente dietro, sostenendo di non essere responsabili per ciò che appare sul loro mezzo: questo è un sistema criminale che si presta a fare azioni criminali“.