Loanna Ball e Keira mani

Una madre ha condiviso una foto, scattata un anno prima in ospedale, che ritrae la sua mano tenere quella della figlia Keira, che sarebbe morta qualche ora dopo lo scatto. Le due hanno infatti subito un incidente stradale, che è costato la vita alla bambina. La madre e il padre di Keira hanno fondato un’associazione a suo nome che si occupa di aiutare le famiglie i cui figli sono in condizioni disperate.

La storia dietro la foto

Un anno fa Loanna Ball era in viaggio in auto con i suoi due figli, Brad Keira, di 7 e 9 anni.

La macchina dei Ball si schiantò con un’altra macchina e i tre furono ricoverati in ospedale. Keira non sopravvisse all’impatto e morì in ospedale qualche ora dopo essere stata soccorsa. Di quei momenti dolorosi Loanna Ball conserva una foto, che solo un anno dopo ha riscoperto. La sua mano, debole e piena di tubicini della flebo, stringe quella della figlia Keira in un gesto di forza e speranza.

Loanna Ball con la figlia Keira.

Loanna Ball con la figlia Keira

Loanna Ball ha pubblicato la foto sul suo profilo Facebook per poter sponsorizzare l’evento benefico che lei e il marito hanno organizzato per l’anniversario della morte di Keira.

  Il messaggio sotto la foto recita: “Oggi ho visto questa bella foto per la prima volta, che rappresenta l’ultima volta che ho tenuto la mano della mia bellissima principessa Keira. Non ricordo molto di quel momento, visto che anche io ero sotto farmaci. Sono fiera dei miei figli che sono rimasti con la sorella fino alla fine e hanno dovuto assistere a cose che né bambini né adulti dovrebbero vedere.

I miei figli sono tutto il mio mondo. Godetevi ogni momento con la vostra famiglia, perché un giorno potrebbe essere troppo tardi”.

Il cuore di Keira ha salvato una vita

Tre giorni dopo la morte di Keira, il padre, Joe, decise di donare gli organi della figlia. “Era la bambina più buona che potessi incontrare, avrebbe fatto di tutto per aiutare qualcuno”, ha detto il padre al Mirror,Quando sono venuti a chiedermi per la donazione degli organi, sapevo che era quello che Keira avrebbe voluto”.  In ricordo della loro bambina, Loanna e Joe Ball hanno creato la fondazione benefica, InspiredbyKeira.

Promuoviamo la donazione degli organi”, ha detto Loanna, “E i soldi che ci vengono donati vanno alle famiglie che sono state in una situazione simile alla nostra nella speranza di poter alleviare il loro dolore e aiutarli a ricordare chi hanno perso. Abbiamo già aiutato alcune famiglie, anche pagando per il viaggio e la sistemazione quando l’ospedale in cui si trovano i loro figli  sono molto lontani”. Il cuore di Keira, donato dai suoi genitori, ha salvato la vita di un bambino, Max Johnson. La madre di Max Johnson, Emma, ha detto che il cuore di Keira “non vedeva l’ora di ricominciare a battere. Max è stato molto fortunato ad avere una seconda possibilità”.