francesco totti

Visto che ormai i fan del Capitano non possono più vederlo di domenica, lui ha deciso di presentarsi al pubblico…di sabato. Francesco Totti è finito in tv, ma non in tenuta da calciatore, bensì come ospite del salotto di Silvia Toffanin, a Verissimo.

E, tra un ricordo e l’altro, ha parlato della sua vita di oggi e di quello che sogna per i suoi figli. Che potrebbero non essere ancora arrivati tutti…

La visita di Francesco Totti a Verissimo non capita in un momento a caso: Totti ne approfitta infatti per parlare del libro che parla della sua vita con il pallone al piede, Un Capitano.

E, nel raccontarsi, parla di un ragazzo umile, che ha sempre avuto insegnamenti di vita severi da parte della sua famiglia, che lo ha fatto sempre rimanere con i piedi per terra. “Mio papà non mi ha mai fatto i complimenti racconta l’ex capitano, che rincara la dose:Anzi mi ha sempre bastonato. Quando facevo due gol mi diceva che dovevo farne quattro. Fino all’ultimo giorno non mi ha mai detto niente, ora però ha detto che gli manca non vedermi più in campo”. Ma la severità è stata utile: ” I miei genitori mi hanno insegnato i valori giusti, come portare rispetto verso le persone più grandi.

Anche mia mamma mi ha aiutato in tutto, veniva a prendermi a scuola e poi mi portava agli allenamenti: ogni giorno si faceva 80 chilometri in macchina”.

toffanin totti

Un’immagine dell’intervista

Figli, sempre troppo pochi!

Sulla paternità Francesco Totti ha idee chiare: i figli non devono crescere cullati dai successi dei genitori e questo è quello che sta cercando di insegnare a Christian, primo figlio e quasi adolescente: “Non sarà semplice per lui, ma è un ragazzo come tutti gli altri. Non è che perché si chiama Totti che tutto gli è dovuto, anzi: per come siamo fatti io e Ilary per fare una cosa dovrà impegnarsi più degli altri“.

Certo, avere un figlio calciatore è un carico oneroso, per Totti: “Speravo si dedicasse ad un altro sport, tipo il tennis, così avrei potuto seguirlo e girare il mondo. Lui però è innamorato del calcio e fino a quando gli piace e si diverte è giusto che faccia quello che vuole“.

Per ora i baby Totti sono tre, ma non è affatto detto che non ci siano sorprese nel futuro: “Ho detto che volevo cinque figli e Ilary mi ha preso per pazzo. Però piano piano la convincerò. L’amore migliora e con i figli migliorerà ancora di più, il che non significa che faremo altri bambini. Devo trovare il momento giusto per proporglielo. Adesso siamo in stand by!”.