Riaffiora a Pompei la casa del giardino incantato: ecco il nuovo tesoro

Non è mai troppo tardi per scoprire un tesoro nascosto. Trascorsi 2mila anni sotto le ceneri, è infatti tornata alla luce la “casa del giardino incantato” a Pompei. Si tratta di una stanza spettacolarmente dipinta che custodisce un imponente larario. Bisognerà ancora soddisfare la curiosità per la storia di questa casa, ma la gioia della scoperta è palpabile nelle dichiarazioni di Massimo Osanna, il direttore del Parco Archeologico.

Riaffiora un tesoro dalle ceneri

Era il 79 d.C. quando una violenta e inarrestabile eruzione del Vesuvio sommerse l’antica e maestosa città di Pompei, in Campania. Sotto le ceneri e i lapilli sono rimasti nascosti i resti di edifici unici e le storie di uomini e donne di altri tempi.

Grazie ai numerosi scavi sul sito, piano piano stanno tornando alla luce pezzi di storia dall’incanto intramontabile. Proprio oggi, come riportato da Ansa, è avvenuta una nuova sorprendente scoperta. A riaffiorare è stata la cosiddetta “casa del giardino incantato”. Di che cosa si tratta però? Massimo Osanna, il direttore del Parco Archeologico, con vibrante emozione ha spiegato che si tratta di “una stanza meravigliosa ed enigmatica che ora dovrà essere studiata a fondo”.

Il pavone della casa del giardino incantato

Un particolare della “casa del giardino incantato”. Immagine da Ansa

La casa del giardino incantato

La casa che è riemersa non manca certo di sfarzo.

A troneggiare in mezzo al giardino dipinto è un grande altare dedicato ai Lari, gli antichi protettori della casa e della famiglia. Gli fanno la guardia ai lati due serpenti gialli con svariate spire mentre al di sotto si profila tra l’erba un incantevole pavone solitario. Sull’altra parete è rappresentata la lotta di fiere dorate contro un cinghiale nero e famelico e osservando ancora, più sopra, si nota il ritratto di un uomo con la testa di un cane. Il cielo del giardino incantato è popolato da dolci e delicati uccellini.

Non si sa chi potesse essere il proprietario di questo capolavoro mozzafiato, ma la scoperta della storia che si nasconde dietro questo “tesoro inaspettato” potrebbe avvenire grazie ai “lavori dei prossimi mesi”, come affermato dallo stesso Massimo Osanna.

Un uccellino della casa del giardino incantato

Un dettaglio della “casa del giardino incantato”. Immagine da Ansa