nubifragio lamezia terme

Arriva una brutta notizia da Lamezia Terme, proprio quella che molti temevano sarebbe arrivata: il piccolo Niccolò, il bimbo ancora disperso dopo il nubifragio del 4 ottobre, è stato ritrovato morto, sepolto sotto i detriti del disastro che ha sconvolto la Calabria una settimana fa.

La famiglia di Niccolò aveva già perso nel nubifragio la madre del piccolo, Stefania Signore, e il suo fratello maggiore, Christian, 7 anni.

Ricerche difficili

Non è stato facile ritrovare il piccolo Niccolò, il cui corpo è stato trovato a circa 500 metri da dove i soccorsi avevano recuperato il corpo della madre e del fratellino. Il piccolo era sepolto sotto un grande ammasso di detriti e fango, ed è stato fatto un grande lavoro per recuperarlo. A testimonianza di ciò il procuratore di Lamezia Terme ha voluto ringraziare per mezzo di Ansa tutti coloro che si sono prodigati per recuperarlo: “Ci tengo a ringraziare, oltre agli organismi di polizia giudiziaria, la Protezione civile ed i suoi volontari, il Cnr, i vigili del fuoco, in tutte le loro articolazioni, e tutti i semplici cittadini intervenuti volontariamente, per il grande impegno che hanno profuso nelle ricerche del corpo del bambino scomparso e nelle attività correlate”.

dispersa_donna