CARLO-CONTI

Un profondo cambiamento ha caratterizzato Carlo Conti negli ultimi 2 anni. Se da qualche tempo a questa parte ha deciso di dedicare più spazio alla sua famiglia, la morte dell’amico Fabrizio Frizzi non ha fatta che avvalorare le motivazioni a supporto di questa scelta.

E così, il conduttore, tra i più impegnati della tv italiana, ha limitato gli impegni per stare accanto alla moglie Francesca e al figlio. Non è il primo a riflettere su questa necessità, anche Antonella Clerici ha deciso di lasciare La Prova del Cuoco, per potersi dedicare di più alla famiglia.

Un pensiero che coltiva da tempo

Alle pagine del settimanale Diva e Donne Conti spiega come da tempo stesse pensando a cambiare il proprio modo di vivere il lavoro.

In realtà avevo già cominciato a fare alcune considerazioni quando mi sono sposato e quando è natio mio figlio. Ogni volta che c’è qualche cambiamento viene spontaneo evolvere, maturare e vivere la vita in maniera diversa stravolgendo le priorità“.

Carlo Conti e famiglia. Fonte foto: Oggi

Prima c’era Carlo e il lavoro” ha detto “oggi c’è mio figlio, mia moglie, Carlo e poi il lavoro” ha poi aggiunto il conduttore, che attualmente è al timone del Tale e Quale Show.

L’impatto della morte di Frizzi

Come molti del suo ambiente anche Carlo Conti ha subito il forte impatto per la morte dell’amico Fabrizio Frizzi, stroncato dal tumore ad appena 60 anni e che per questo ha lasciato la moglie Carlotta e la figlioletta Stella. 

Ne abbiamo parlato parecchio. La morte di Fabrizio ci ha segnato” ha ammesso Conti. “Anche io ho rallentato molto, sto lavorando meno: non faccio più L’Eredità che adesso conduce Flavio Insinna”.

Il successo di Conti

Nonostante la scelta di Conti, di ridurre gli impegni di lavoro, resta comunque una delle punte di diamante di Viale Mazzini. Al momento, infatti, è in onda tutti i venerdì con il Tale e Quale Show, dove divide lo studio con un amico di vecchia data, Giorgio Panariello.

Giorgio Panariello con l’amico Carlo Conti

La mia amicizia con Giorgio risale al lontano 1984, ci incontrammo a Firenze e, insieme anche a Leonardo Pieraccioni, abbiamo fatto tantissime cose, a partire dal primo spettacolo chiamato Vernice Fresca” ha raccontato. “La nostra amicizia è rimasta sempre salda, tanto che ancora facciamo spettacoli insieme e ci divertiamo come il primo giorno“.