Trovato il corpo di Manuel Careddu: è stato fatto a pezzi

La madre di Manuel Careddu voleva sapere dove erano sepolti i resti del figlio. Che il ragazzo scomparso l’11 settembre scorso fosse morto era ormai stato accertato, cinque suoi conoscenti sono finiti in manette con l’accusa di omicidio premeditato e occultamento di cadavere. Ora però le Forze dell’Ordine hanno trovato il suo cadavere.

Il ritrovamento

Dalle prime notizie, nella mattina di oggi sarebbero stati dissotterrati i resti di Manuel Careddu, appena 18 anni. Sembra che dopo un lungo periodo di ricerche, uno dei 5 ragazzi finiti in manette avrebbe deciso di parlare. Stando a quanto riporta il Corriere, carabinieri e vigili del fuoco hanno scavato in una zona rocciosa vicina ad alcuni terreni appartenenti alla famiglia di uno dei ragazzi arrestati.

I resti di Manuel, che sarebbe stato fatto a pezzi a colpi di pala, sono stati sotterrati a 20 centimetri di profondità. Il corpo del giovane sarebbe stato portato però sul luogo del ritrovamento di oggi dopo l’omicidio. Sulla fronte del giovane una ferita inferta probabilmente con una picconata.

Trovato il corpo di Manuel Careddu: è stato fatto a pezzi

Manuel Careddu

Le intercettazioni

Le intercettazioni che avrebbero incastrato alcuni ragazzi, conoscenti di Manuel sarebbero cominciate grazie a una coincidenza. Gli inquirenti avevano messo alcune cimici nella macchina del padre di uno di loro per una serie di indagini su un’altra morte, quella dell’operaio Mario Atzeni.

Ed è così che hanno scoperto che il gruppo avrebbe usato quella macchina per portare Manuel Careddu nei pressi del lago Omodeo, per poi ucciderlo. Le persone finite in manette sono 5, 3 di questi sono maggiorenni: Christian Fodde, Riccardo Carta e Matteo Satta, mentre gli altri due hanno 17 anni. Dietro all’omicidio ci sarebbe un piccolo debito: il gruppo forse non voleva saldare e la controversia sarebbe sfociata in un omicidio.

Trovato il corpo di Manuel Careddu: è stato fatto a pezzi