Chiara Ferragni si starà forse pentendo di aver organizzato la festa di compleanno a sorpresa di Fedez in un supermercato? Doveva essere un'idea diversa, originale, non convenzionale, proprio come la sua "etichetta" da influencer le impone. E invece si sta rivelando una pessima scelta a livello di opinione pubblica. Le critiche si susseguono e sembrano non volersi arrestare, anzi. Ogni ora che passa si aggiungono elementi e fatti nuovi che potrebbero non andare a favore della coppia più social del momento.

Compleanno con polemica, spunta il video del retroscena delle scuse

Scuse sentite o premeditate? È ciò che si stanno chiedendo tutti coloro che hanno visto il post pubblicato su Tabloit che pare "smascherare" le apologetiche stories del rapper. Rendendosi conto della polemica montante infatti, Fedez e consorte si sono subito prostrati davanti ai loro milioni di followers. "Mi sono defilato dalla festa perché ho letto che molti si stanno lamentando pensando che noi stiamo sprecando cibo. Mi è stato detto da mia mamma e da Chiara della spesa e del cibo che verranno donati ai bisognosi. Chiedo scusa. Mi rendo conto di avere un'esposizione mediatica e di non dover dare certi tipi di messaggi" ha dichiarato dispiaciuto Fedez sul suo profilo social (che è stato cancellato misteriosamente per alcune ore nel pomeriggio).

[caption id="attachment_308991" align="alignnone" width="854"] Alcuni momenti delle scuse di Fedez su Instagram[/caption]

In molti hanno apprezzato il discorso del festeggiato ma dopo poche ore Tabloit, che si trovava poco lontano dallo spazio della festa, ha pubblicato un filmato che potrebbe far crollare il forse apparente senso di colpa del rapper. Le immagini mostrano Fedez e la Ferragni che leggono i commenti sul telefono, poi discutono, infine, dopo un consulto con la madre di Fedez, si allontanano per le scuse ufficiali. Nulla di strano se non che il labiale del "comunista col rolex" lo tradisce: "Diciamo che diamo il cibo in beneficenza?".

Festa al Carrefour, l'azienda: "Ci hanno contattato loro, il pagamento copre tutto"

A parlare, intervistata da Vanity Fair, è stata anche l'azienda proprietaria del supermercato "incriminato". "Ci hanno contattato loro - hanno dichiarato dalla direzione, sostenendo inoltre il fatto che non fosse la prima festa o evento organizzato in quello spazio - Non si trattava di un’iniziativa pubblicitaria di Carrefour e nessun nostro dipendente è stato impiegato durante la serata, a parte la guardia giurata che comunque opera ogni notte. Hanno affittato lo spazio, dietro un pagamento che copre anche tutto il cibo consumato o toccato".

Il supermercato di CityLife ha tenuto a far sapere che la mattina seguente alla festa, già alle 8 del mattino, il locale era aperto e operativo.

 

Credits immagine in evidenza: Tabloit