mainardi

Trascorrono lente le giornate all’interno della casa del Grande Fratello Vip e tra la molta ilarità che aleggia imperante, si insinua quale momento più profondo e intenso legato spesso e volentieri alle confessioni dei concorrenti. Gli inquilini vip sono sempre più affiatati e viene sempre più facile confessarsi l’un l’altro le proprie esperienze, il proprio trascorso. Questa volta è toccato allo chef Andrea Mainardi.

Andrea Mainardi confessa di aver subito un trapianto

Appena una settimana fa avevamo assistito al drammatico sfogo del campione Fabio Basile. Il giovanissimo aveva confessato agli amici inquilini-vip di aver rischiato la vita alla sola età di 5 anni per colpa di una pleuropolmonite aggravata da un’infezione da stafilococco.

A salvargli la vita fu un chirurgo al quale però non riuscì a dirgli grazie. “Mi diedero 3 giorni di vita, ero pelle e ossa, 11 kg pesavo” aveva confessato il judoka e a distanza di pochissimi giorni arriva un’altra fortissima dichiarazione da parte di un altro concorrente, Andrea Mainardi.

mainardi

Andrea Mainardi, concorrente del Grande Fratello Vip, ha confessato di aver subito un trapianto di cornee

Ho le cornee di altre persone

Il cuoco stava parlando quest’oggi con Walter Nudo quando ha deciso di mettere a nudo un ricordo particolarmente doloroso per lui, facendo così risalire a galla la memoria di un trapianto avvenuto oltretutto non troppi anni fa.

È successo dieci anni fa. Stavo tornando a casa dopo il lavoro. Finiamo sempre tardi, era circa l’una. Ero in macchina al semaforo, mi gratto un occhio e non ci vedevo. La malattia era a tutt’e due gli occhi, ma in uno è partita prima la cosa“, così ha raccontato Mainardi, parlando di quando accaduto prima del suo trapianto di cornea.

 

Leggi anche: Il Grande Fratello Vip si prepara a raddoppiare

Seguirono poi momenti davvero drammatici: “Al pronto soccorso al momento si sono spaventati, non hanno visto subito questa malattia ma temevano fosse qualcosa di neurologico. Mi viene da piangere ancora adesso perché pensavo di avere una malattia grave“. Tantissima la paura, seguita da una lunga elaborazione psicologica: “Quando hai il dono della vista – ha raccontato Mainardi a Nudo – Dell’udito, non ci fai caso. Quando poi ti vengono a mancare ti rendi conto del loro valore“.

 Particolarmente pesante la riflessione di Nudo che, a seguito del racconto dell’amico, ha voluto sottolineare sull’effettiva realtà comportata da un trapianto. “Ho le cornee di altre persone – lo ha interrotto Mainardi – Ho chiesto di chi ma per privacy non si può dire“.