Prime visite negli USA per Luca Cardillo, affetto da tumore: non guarirà completamente

Grazie alla generosità dei suoi connazionali, Luca è volato negli States dove si è sottoposto alle prime visite

Luca Cardillo, il 23enne siciliano, affetto da un grave osteosarcoma alla gamba destra e da metastasi polmonari, è stato visitato all’MD Anderson Cancer Center di Houston, in Texas. Il team medico americano al momento sta studiando il suo caso e valutando quale misure prendere per poter alleviare le sofferenze del giovane Luca. Tutto questo è stato possibile grazie anche alla generosità di chi ha sostenuto la causa di Luca donando nella raccolta fondi aperta per lui su Gofundme.

La situazione di Luca

Luca Cardillo, 23enne di Giarre, in provincia di Catania, sognava di fare l’attore, ma il suo sogno si è interrotto quando nel 2016 gli è stato diagnosticato una rara forma di osteosarcoma alla gamba destra e metastasi polmonari. Da lì la sua vita è stata un susseguirsi di TAC, risonanze e chemioterapia all’ospedale Gemelli di Roma. Nonostante tutta la buona volontà e le terapie a cui si è sottoposto, la situazione di Luca Cardillo restava immutata. I dottori hanno deciso di interrompere la chemioterapia in ospedale e di continuare con una chemioterapia a compresse, a cui Luca però ha rinunciato: ormai per lui svolgere le attività quotidiane era diventato impossibile, così come fare una passeggiata o essere indipendente sotto qualsiasi forma: questo lo aveva anche gettato nello stato d’animo di credere che non ci fosse possibilità di miglioramento.

Una forte speranza è nata quando il giovane e la sua famiglia sono venuti a conoscenza della possibilità di fare un’operazione negli Stati Uniti che potrebbe curare il suo osteosarcoma. Nonostante i costi elevati dell’operazione e del viaggio negli States, Luca Cardillo non si è dato per vinto. La sorella ha organizzato una raccolta fondi su Gofundme e, grazie alla generosità delle persone, tra cui di alcuni vip nostrani, i Cardillo hanno raccolto 220mila euro e sono volati col figlio a Houston, all’MD Anderson Cancer Center.

luca cardillo e famigliaLuca e la sua famiglia


Le prime visite in Texas

Dopo un viaggio faticoso, durato 13 ore, Luca Cardillo è arrivato in Texas il 6 novembre. All’Anderson Cancer Center il giovane 23enne è stato visitato da un team di medici che gli hanno comunicato che la sua situazione resta grave ed è difficile che possa guarire totalmente. Nonostante tutto, i medici stanno cercando di capire se esistano cure sperimentali adatte al suo caso. Lunedì Luca Cardillo verrà visitato dagli specialisti esperti in sarcomi. Per ora il giovane resterà ricoverato all’Anderson Cancer Center, poi, a causa dei costi elevati, vedrà se affidarsi al day hospital. Se i medici non dovessero trovare le cure adatte, Luca potrebbe essere costretto a tornare in Italia.

md anderson cancer centerFoto: Aker Imaging, Houston