maltempo

Il maltempo che in queste ultime settimane ha colpito l’Italia ha messo in ginocchio interi paesi, intere città, mietendo vittime su vittime. Dai danni materiali, ai danno morali: in serata il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stato di emergenza per ben 11 regioni su 20.

Ondata di maltempo: stato d’emergenza in 11 regioni

Il maltempo ha colpito l’Italia senza distinzioni da Nord a Sud. Una delle zone più colpite è stata indubbiamente la regione Veneto, dove più si sono contati danni con foreste interamente distrutte, case scoperchiate e danni idrogeologici. Belluno può dirsi sicuramente la provincia che più il maltempo ha messo in ginocchio, ora quesi del tutto priva di alberi. Solamente in queste ultime ore invece è stato ritrovato il corpo di Giuseppe Liotta, il medico rimasto vittima del nubifragio che ha colpito la siciliana Palermo.

Dieci morti in Sicilia: il maltempo miete ancora vittime

Foto: Ansa – Sicilia

Conte: stanziati già 53 milioni di euro

Di fronte ad una situazione così estrema, doveroso è stato per il Consiglio dei Ministri decidere di deliberare lo stato di emergenza per fronteggiare i danni causati dal maltempo per almeno 11 regioni. Si tratta, nello specifico, delle regioni di Calabria, Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto e Trentino Alto-Adige. Secondo quando deciso sempre in serata dal Consiglio di Ministri, si sarebbe deciso di stanziare già 53 milioni di euro che serviranno alle regioni colpite a risollevarsi dopo le alluvioni. “Altri 200 milioni – scrive Giuseppe Conte su Twitter – Arriveranno nei prossimi giorni con un mio decreto