Andrea Bizzotto con figlia

Si chiama Andrea Bizzotto, ha 33 anni, è originario di Cittadella (Padova) e vive in Germania. Poco prima della nascita di sua figlia Giulia Grace, Andrea ha scoperto di avere un tumore raro: è così che decide di raccontare la sua storia su Instagram, “per raggiungere altre persone che sono nella mia situazione”, e di scrivere un libro indirizzato alla sua bambina.

Un male incurabile

Da 2 anni Andrea lotta contro la malattia: “Sarcoma sinoviale. Stadio 3. Mi sono sottoposto a 30 radioterapie locali e a 4 cicli di chemio adiuvante. Ma dopo meno di un anno era in metastasi“, racconta a Il Mattino di Padova.

Il libro, dal titolo provvisorio Storia di un maldestro in bicicletta e il cui ricavato andrà alla figlia, è stato realizzato per essere un racconto di sé rivolto alla sua bimba, così come i video che Andrea sta registrando affinché siano mostrati a lei quando sarà grande abbastanza per capire.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

It was a terrible night, full of pain. I would like to go home soon. I think I had enough operations and pain. But I am very happy today because I received this hat and this scarf. My wife has a 12 years old son, Fynn and he did with his hands for me in one night… we had not easy time together…in the last month we were like stranger at home. In these years I tried to teach him a lot but I am too serious and aggressive. But I cooked always gladly for him. It Was my way to give him attention because I am not good at joking with kids. But this gift means that at the end we are good together and I would like to have another chance with him. #myfriend #stoppain #synovialsarcoma #sarcoma #bettertimeswillcome #gift #bestgiftever #regalo

Un post condiviso da Andrea Bizzotto (@andrea_bizzotto_85) in data:

Un pensiero per il futuro

Sul suo profilo Instagram spiega di averlo scritto in un paio di mesi: “La mia malattia è seria. Non mi arrendo, ma devo accettare l’idea che questo tumore può uccidermi in breve tempo, come dicono i dottori. Voglio lasciare qualcosa a mia figlia. Sto facendo video, foto, biglietti di compleanno, lettere, e questo libro, in cui scrivo della mia vita, della mia infanzia, i miei anni a scuola, le mie esperienze sportive, i miei problemi, i miei amici, mia moglie, la mia famiglia, la malattia e ovviamente il tempo speso con mia figlia Giulia Grace, cercando anche di darle dei consigli”.

I medici ipotizzano che abbia solo alcuni mesi di vita, ma Andrea resiste con coraggio e coltiva il proposito di arrivare almeno a 40 anni, per far sì che non sia soltanto un video o un ricordo scritto a parlare al posto suo.