Un'ondata di aria fredda investe l'Italia: in arrivo la prima neve a bassa quota

Tempo instabile in Italia nord-occidentale e al Centro Sud, allerta arancione in Sardegna. Sull'arco alpino prima neve in pianura

L’arrivo dell’inverno non si fa più attendere, con temperature, questa settimana, decisamente meno dolci rispetto a solo pochi giorni fa. L’aria fredda entrata dalla Russia nel week end, come annunciato, ha definitivamente fatto uscire di scena l’autunno. Quella che abbiamo davanti è una settimana instabile dal punto di vista metereologico, con le prime nevi a bassa quota. Il maltempo ha portato ad un’allerta arancione un Sardegna, dove sono previsti violenti rovesci, e gialla per il Centro-Italia.

Inizio settimana freddo: allerta arancione in Sardegna

Già da lunedì l’ondata di maltempo ha cominciato ad interessare il Nord Ovest, con aria fredda e nevosa in entrata dall’Europa centrale, e il Centro Sud, interessato da una perturbazione atlantica. Il vero epicentro è, però, la Sardegna, dove si è stabilita un’area depressionaria arrivata dal Mediterraneo occidentale. Tra Lazio, Umbria, Campania, Abruzzo, Molise e parte della Basilicata si assisterà ad un peggioramento delle condizioni meteo dalla serata, che continuerà anche martedì 20 novembre.

La Protezione Civile ha diramato un’allerta arancione per criticità idrogeologiche e idrauliche che potrebbero manifestarsi in Sardegna a seguito dei rovesci di forte intensità. Da martedì si prevedono anche venti forti o di burrasca che interesseranno Sardegna, Lazio e  Sicilia, per poi estendersi al resto del Sud Italia.





Prima neve a bassa quota

Inoltre, le due masse d’aria daranno vita a nevicate a bassa quota, già in atto sulle Alpi occidentali e le Prealpi in quota 300-400 metri per quanto riguarda Piemonte e Lombardia occidentale. In serata anche la città di Torino potrebbe vedere qualche fiocco bianco, e la situazione è simile nel Nord Est. Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna saranno interessate da nevicate verso i 500 metri nella notte, ma con miglioramenti da mercoledì, così come sulle Regioni adriatiche. Gli amanti dello sci in Trentino Alto Adige saranno felici delle nevicate che si attendono in quota. Sempre mercoledì la situazione generale dovrebbe migliorare, con qualche perturbazione persistente al Sud.