Le-lacrime-di-Andrea-Mainardi

Se si parla di lacrime al Grande Fratello Vip il primo nome che salta subito alla mente è quello dello chef Andrea Mainardi. Ilary e Alfonso lo sanno bene ed ecco che cos’hanno architettato per lui in questa tredicesima puntata.

La sorpresa per Andrea Mainardi

Ilary e Alfonso convocano Mainardi nella sala dei Led, per lui c’è una sorpresa, ma deve promettere di non piangere! Tra le battute di Ilary allo chef, che gli consiglia di mettere in pratica gli insegnamenti sulle respirazioni di Walter Nudo, e le risate generali, lo chef corre nella sala e al suo interno c’è la prima sorpresa.

Sotto una cloche una letterina della figlia Michelle e un video messaggio, qui Mainardi riesce a stento trattenere le lacrime e per lui il gioco si fa ancora più duro!

Nella zona limbo c’è un’altra cloche e sotto di questa un piatto di tagliatelle e una lettera, “Andrea, mi hai insegnato a non piangere quando si taglia la cipolla”, questo il messaggio di Antonella Clerici per lo chef. Tra i due infatti c’è ancora uno splendido rapporto di amicizia, alla fine, dallo studio viene detto ad Andrea Mainardi di uscire, lì la sorpresa finale che fa crollare lo chef.

Alle sue spalle spunta la piccola Michelle, padre e figlia si rivedono dopo tanto tempo.

Il video:

La promessa di Andrea Mainardi

Il momento padre-figlia è molto toccante, Mainardi promette alla figlia che quando uscirà dalla casa passerà molto più tempo con lei. “È una bambina speciale, ti da una grande forza” dice lo chef,  anche gli altri concorrenti nella Casa non riescono più a trattenere le lacrime, e quando padre e figlia si salutano e lui rientra nella casa, gli inquilini sono lì ad attenderlo per abbracciarlo.

Tornato nel salotto, Ilary ricorda allo chef Mainardi la sua promessa, ovvero quella di passare più tempo con la figlia, lui risponde di non vedere l’ora che succeda e spiega di aver dedicato tanto tempo al lavoro perchè è suo desiderio mettere su i risparmi necessari da permettere alla figlia di avere basi solide per costruirsi un futuro. “So cosa vuol dire partire da zero e senza niente, da padre voglio fare questo per mia figlia“.