Samantha Green

Samantha Green è una donna di 35 anni di Chaddesden, nella contea di Derby, in Inghilterra. Soltanto 18 mesi fa le è stata diagnosticata una forma maligna e parecchio aggressiva di cancro ovarico. Le prospettive, già allora, non hanno dato adito a molte speranze: il decorso della malattia avrebbe portato la donna alla morte in breve tempo. Proprio in virtù di questa diagnosi e dei pochi giorni che stando ai medici le rimangono da vivere, Samantha ha deciso di festeggiare in anticipo quello che con molta probabilità sarà il suo ultimo Natale con la famiglia.

La storia che ha commosso la rete

A rendere nota alla commozione del pubblico questa tragica storia è stata la sorella di Samantha, Emma Pimblott.

La donna ha infatti pubblicato online le foto della famiglia raccolta intorno a Samantha per i festeggiamenti anticipati, raccontando la storia dietro quelle foto. “Eravamo tutti seduti intorno a lei e Samantha ha chiesto un’ultima foto di famiglia” ha dichiarato la Pimblott.

derby-telegraph

Il rinnovo dei voti, a settembre, per Samantha e il marito (Derby Telegraph)

Samantha aveva solo 34 anni quando, più o meno 18 mesi fa, le è stato diagnosticato un tumore maligno alle ovaie. L’aspettativa di vita era di pochi mesi, e poco più di un anno dopo la donna si trova a dover fare i conti con l’approssimarsi dell’inevitabile evento.

Un evento cui ha voluto rispondere con la determinazione della vita che non si arrende all’ineluttabile. Ha chiesto infatti un Natale che fosse vero a tutti gli effetti, seppur in anticipo. Non sono mancati neppure i regali: “Ha confezionato dei cuscini per i propri bambini ed il marito Simon, insieme alla sua amica Kelly” ha affermato la sorella di Samantha, “ogni cuscino ha stampata sopra la loro immagine preferita di mamma“.

Un Natale in anticipo

Samantha è madre di 3 figli: William, il più piccolo di soli 8 anni, Izzie di 12 ed Eveline di 14 anni.

Insieme a loro, al marito, alla sorella e a tutto il resto della famiglia, Samantha ha avuto modo in questi mesi di elaborare la coscienza del lutto, di una perdita che giorno dopo giorno ha preso piede spegnendo la donna nel fisico e nel corpo.

Ma non nell’umore, stando alle dichiarazioni dei familiari: Samantha si è sempre dimostrata positiva e solare, trasmettendo un enorme senso di calma ed energia a chi le stava intorno. Un atteggiamento che si è confermato nella scelta di celebrare questo piccolo “weekend natalizio” in anticipo rispetto al calendario. Samantha è da sempre amante del Natale e dello spirito che anima questa festività, come affermato dalla madre. Ha chiesto dunque di poterlo trascorrere un’ultima volta con le persone che ama.

Fonte: Derby Telegraph

Grazie ad una enorme manifestazione d’altruismo da parte dei suoi concittadini, Samantha ha inoltre coronato il sogno di un Natale a tutti gli effetti assistendo all’illuminazione anticipata del Derby Garden Center, un centro commerciale della zona. Le tradizionali luci natalizie della struttura da sempre, nella vita di Samantha, stavano ad indicare l’approssimarsi del Natale, e dell’atmosfera evocata da questa ricorrenza. Quest’anno sono state accese prima del tempo stabilito proprio per la gioia della donna e di tutta la famiglia che le si è stretta intorno.

Una vecchia compagna di scuola di Samantha, Laura Patrick, ha lanciato inoltre una raccolta fondi online, subito seguita da una campagna simile promossa dallo stesso Derby Garden Center. I soldi raccolti potranno essere usati per qualunque necessità dai familiari di Samantha, mentre affronteranno il momento più buio della loro perdita. Un vero miracolo natalizio di solidarietà ed umanità.