Terence Hill confida: "La mia infanzia è stata drammatica"

Terence Hill si avvicina agli 80 anni e ricorda con tragica commozione i bombardamenti vissuti da bambino ma anche il suo grande amore Lori

Terence Hill racconta, in un’intervista sul settimanale Oggi, la sua drammatica infanzia e poi del suo incontro con l’amatissima moglie Lori. Tutti lo ricordano al fianco di Bud Spencer in più di 15 film che li ha visti come coppia protagonista in numerose e divertenti avventure. Ma Terence Hill ha vestito i panni anche del famoso “Don Matteo”, personaggio con il quale è diventato celebre sul piccolo schermo.

I ricordi d’infanzia

All’età di quasi 80 anni, Terence Hill confida di aver vissuto un’infanzia travagliata e di non parlare volentieri dei bombardamenti che colpirono la città in cui viveva con i genitori, Dresda. Le sue parole raccontano: “Con mia madre ci siamo nascosti in cantina. Da lì potevamo vedere che il cielo sopra Dresda era totalmente rosso. Mio padre lavorava come chimico in una fabbrica a Dresda e da una settimana non ne avevamo notizie. Avevamo paura. Finché un giorno un fratello di mia madre prese la bicicletta per cercarlo. Lo trovò in un bosco dove si era nascosto”. La mamma veniva dalla Sassonia mentre il papà era italiano, lui fino ai 6 anni ha solo parlato tedesco.

Terence Hill e Bud Spencer interpretano "Lo chiamavano Trinità"

Tutti gli articoli su Terence Hill

Il trasferimento in Italia e l’incontro con la moglie

Nel 1947 racconta di essersi trasferito, insieme alla sua famiglia, in Umbria in seguito ad un’offerta di lavoro ricevuta dal padre. Nell’immediato dopoguerra la vita non era facile e Terence Hill ricorda: “Abbiamo fatto tutta questa distanza a piedi, portando tutto quanto possedevamo in mano”.

Terence Hill in "Don Matteo"

Con estrema tenerezza poi, ricordandolo come l’episodio più fortunato della sua vita, parla dell’incontro con la moglie Lori. I due si conobbero a Roma, nel 1967 e fu subito amore. L’intervista riporta le sue parole: “Già una settimana dopo è partita con me per l’Almeria per aiutarmi con la lingua americana. Quando due mesi dopo le riprese finirono, ci sposammo… C’era qualcuno che diceva che non poteva durare dopo così poco tempo. Ma noi abbiamo rischiato e adesso siamo sposati da ben 51 anni”.