Rubato l'albero di Natale a Napoli dopo appena 4 giorni

Nella Galleria Umberto I di Napoli è sparito l'albero di Natale, rubato nella notte dopo appena 4 giorni dalla sua natalizia apparizione

E lo spirito natalizio è già finito. Almeno sotto la Galleria Umberto I di Napoli, dove la tradizione delle feste ha raggiunto un nuovo livello. La Galleria Umberto I ha visto nuovamente sparire l’albero di Natale, rigorosamente vero, tagliato dalla sua base, senza alcun riguardo.

Adesso c’è “Scippacchio”

Dopo Spelacchio e il suo erede, anche il tradizione albero rubato a Napoli merita un nome tutto suo: Scippacchio. Non c’è speranza, ogni anno l’abete viene allestito e poi rubato, nel migliore spirito natalizio possibile. L’albero è stato allestito lo scorso 4 dicembre e nella notte è stato tagliato dalla sua base. Ora restano solo una parte di tronco, qualche ramo lasciato lì, e i desideri che erano stati appesi. Una triste desolazione che ogni anno si ripete e intristisce il panorama della Galleria. Ma la tradizione non si ripete solo una volta l’anno, sembra anzi che possa verificarsi più di una volta: quando l’albero viene trafugato, poco dopo viene anche riallestito, e il furto si può ripetere. Questa volta i carabinieri hanno scoperto cosa è accaduto all’attuale albero che è stato ritrovato nei Quartieri Spagnoli.





Cosa c’è dietro

Pare che il motivo della “sparizione” dell’albero sia da attribuirsi, almeno a volte, ad alcune baby gang che usano l’albero per un falò tradizionale che si svolge ogni gennaio, il Cippo di Sant’Antonio. Resta comunque da chiedersi perché vandalizzare l’albero che raccoglie i desideri dei propri concittadini per lasciarli a terra, tra la polvere. Forse alcuni napoletani, a natale, hanno il desiderio che l’albero della città resti proprio lì dov’è.

Rubato l'albero di Natale a Napoli dopo appena 4 giorni