Topi e panini con insetti: le pessime condizioni delle mense scolastiche

Da inizio anno i Nas, in collaborazione con il Ministero della Salute, hanno operato verifiche in 224 mense scolastiche di tutta Italia. Il bilancio dei controlli, per ora, è tutt’altro che roseo. Ben 7 servizi di ristorazione scolastica, infatti, sono stati chiusi per le gravissime condizioni igienico-sanitarie in cui versavano. Mentre altri 74 presentano numerose irregolarità. Sull’esito di questi controlli si è espressa indignata Giulia Grillo, ministra della Salute.

Topi e panini contenenti insetti

I controlli a 224 mense scolastiche italiane da parte dei Nas hanno rivelato uno scenario preoccupante. Per 81 di esse la tutela della salute degli studenti e il rispetto delle basilari norme igienico-sanitarie sembrano non essere contemplate.

Dalle prime verifiche, che sono ancora in corso, è infatti emerso che i differenti locali delle mense sono infestati da topi e dai loro escrementi. Oltre alle pessime condizioni igieniche, i Nas hanno anche sequestrato più di 2 tonnellate di derrate alimentari. Questo perché non contenevano nessuna indicazione di tracciabilità e provenienza ed erano per giunta scadute. Sono stati trovati persino panini contenenti insetti. Per tutte queste irregolarità sono state individuate 14 violazioni penali e 95 infrazioni amministrative, seguite da numerose denunce. Le sanzioni pecuniarie previste ammonterebbero a oltre 576mila euro.

Nas

Immagine di repertorio

Grillo: “Un film dell’orrore”

Giulia Grillo, ministra della Salute, ha commentato inorridita il bilancio presentato dai Nas.

Così ha dichiarato: “Cibi scaduti, gravi carenze igieniche, persino topi e parassiti vari: un film dell’orrore. Come madre e come ministro mi indigna pensare che sulle tavole dei nostri figli, a scuola, possano finire escrementi, muffe o alimenti di dubbia origine. Oggi chi lavora nel settore delle mense sa benissimo che vi sono regole chiare da seguire e tutti i mezzi possibili per garantire la tracciabilità, igiene e correttezza di conservazione degli alimenti”. Ha quindi aggiunto che occorre prestare più attenzione perché a rischio vi è la salute di bambini e ragazzi, la cui tutela è invece fondamentale.

mensa

Immagine di repertorio