Gerry Scotti

Gerry Scotti parla della “Fine di una farsa”, esulta uno dei veterani dei quiz televisivi. Finisce un’epoca: dal 1° gennaio 2019 i concorrenti dei quiz televisivi potranno finalmente vincere denaro. Vanno infatti in pensione, dopo un’onorata carriera durata più di 50 anni, i famigerati gettoni d’oro.

Perché si usavano i gettoni d’oro

Venivano utilizzati per aggirare il divieto di legge che non permetteva di premiare un partecipante vincitore con del contante. Ma adesso la norma è stata cambiata e si potrà procedere, per la gioia di tutti i partecipanti ai quiz.

Eh, sì perché i gettoni d’oro nascondevano delle situazioni non sempre chiare, al punto che anche la famosa trasmissione di denuncia Report nel 2016 lanciò un’inchiesta su presunte irregolarità.

Intanto il vincitore di un certo importo non riceveva mai il controvalore in gettoni d’oro, visto la tassazione prevista per legge del 20% su questo tipo di vincite. Poi bisognava aggiungere i costi di spedizione e il costo per il cambio da oro a contanti, soggetto naturalmente all’oscillazione sul mercato del prezzo del metallo prezioso. Quindi chi vinceva si trovava sempre una somma inferiore.

Gerry Scotti nello studio di The wall

Leggi tutti gli articoli su Gerry Scotti

La soddisfazione di Gerry Scotti

Esulta uno dei veterani dei quiz televisivi, Gerry Scotti che parla della “Fine di una farsa”.

Intervistato da Italia Oggi, Gerry non ha nascosto la sua soddisfazione per questa nuova norma che introdurrà il pagamento in contanti, dichiarando:”Potremo finalmente premiare i concorrenti con denaro in contanti e mettere fine alla farsa dei gettoni d’oro. Perché un concorrente vinceva, poniamo 100 mila euro, che erano tassati al 20%, e quindi diventavano già 80 mila. Poi però il produttore dei gettoni d’oro offriva al premiato 60 mila euro in contanti, piuttosto degli 80 mila in gettoni d’oro.”

In questo modo una bella fetta della vincita rimaneva nelle tasche di qualcun altro, andando ad arricchire soprattutto il terziario dei premi.

Gerry tira un respiro di sollievo: “Adesso, dal 2019, potremo finalmente premiare solo i concorrenti, dando loro soldi veri“.

Gerry Scotti con un premio in contanti