Fabio Fazio a Che Tempo che fa

Fabio Fazio sempre più nella bufera in casa Rai. Dopo la nascita dell’ipotesi di un trasloco dalla prima alla seconda serata e da Rai Uno a Rai Tre, ora che anche Luigi Di Maio ha deciso di spendere parole su quello che ha definito “caso Fazio”, si appesantisce l’atmosfera nello studio di Che Fuori Tempo che Fa e giunge anche lo spettro di Massimo Giletti, che potrebbe tornare in Rai proprio al posto di Fabio Fazio.

Il “Caso Fazio”

Se in Rai tra governo e opposizioni è scontro su molte scelte (tra cui diverse nomine di vicedirettori), Fabio Fazio diventa strumento del conflitto: da una parte il governo gialloverde insiste a dire che se un “declassamento” ci sarà, sarà per questioni di share in ribasso e non per tematiche politiche.

Dall’altra non si può negare che Fazio abbia accarezzato il naso della tigre nell’invitare Mimmo Lucano in piena bufera migranti-salvini. Oltretutto, per Di Maio Fazio sarebbe troppo pagato per i profitti che porta: il vice premier aver parlato chiaro su quelli che dovevano essere gli scopi della Rai, ovvero “contenuti di qualità e progetti innovativi, con la possibilità di un abbassamento del canone e buonsenso nelle retribuzioni”.

massimo giletti

Giletti e le frecciatine a Fazio

Crescono intanto le voci di un ritorno di Giletti in Rai, magari in prima serata, magari sul primo canale.

Voci di corridoio riportate da alcune testate rivelano che ci sarebbe un tira e molla tra Giletti e Urbano Cairo, editore di La7: a quanto pare Cairo starebbe cercando di convincere la sua punta di diamante a rimanere con lui, mentre Giletti potrebbe davvero acconsentire ad accettare le offerte Rai. Che Giletti abbia gli occhi puntati su Fazio e sui suoi compensi, è palese: nell’ultima puntata di Non è l’Arena, davanti a un’imbeccata di Giovanni Minoli sulla possibilità di invitare la famiglia Totti, Giletti ha risposto: Costa troppo per le nostre casse.

Solo Fazio se lo può permettere, noi non ce li abbiamo questi budget”.

urbano cairo

Urbano Cairo