Paura per Angelo Sanzio in ospedale: "Aggredito perché sono gay"

Il violento episodio è di alcuni giorni fa ma Angelo Sanzio ne parla solo ora. Ora che la paura è un po’ scemata e restano solo la rabbia e il dolore. Il ragazzo, salito alla ribalta come il Ken umano italiano grazie alla sua partecipazione al Grande Fratello Vip, è stato aggredito per strada da alcuni sconosciuti che poi sono fuggiti. Non ci sono state lesioni gravi ma l’uomo ha dovuto recarsi al pronto soccorso per un’emorragia. Sanzio non ha sporto denuncia alle autorità.

Angelo Sanzio, aggredito da due sconosciuti

Ero a cena al Lungomare della Marina a Civitavecchia con due amiche d’infanzia che non vedevo da tempo.

Ci siamo un po’ attardati a tavola e poi abbiamo deciso di fare una passeggiata. Mentre camminavamo vediamo due ragazzi con dei caschi in mano che guardandomi hanno cominciato a dire: ‘Guarda c’è quello del Grande Fratello…“. Così è cominciata forse una delle notti più spaventose della vita per Angelo Sanzio, che ha raccontato per telefono a Il Giornale la sua aggressione.

Poi gli insulti, le parole “irripetibili” e quel pugno proveniente da uno dei due che, fortunatamente, colpisce solo di striscio l’orecchio. “Le mie amiche erano terrorizzate che mi avessero dato un pugno in faccia visto che avevo subìto da poco anche un’intervento di plastica al naso“.

I due assalitori poi scappano e Angelo con le due amiche decidono di non chiamare né la polizia né l’ambulanza.

Il sangue nella notte, la corsa al pronto soccorso

Mi sono svegliato di colpo alle quattro del mattino e ho visto il cuscino coperto di sangue – riporta sempre Angelo – mi sono spaventato a morte e così sono andato di corsa al pronto soccorso. Mi hanno visitato riscontrando la rottura di alcune sacche di sangue che si erano formate per il recente intervento al naso, che invece di riassorbirsi con la forte botta sull’orecchio si sono rotte facendo uscire il sangue“.

Nulla di rotto per il Ken italiano ma solo tanta paura: “Ho temuto davvero che la botta avesse provocato qualcosa di molto grave, avevo paura che potessi perdere l’udito“.

L’uomo ha deciso di non denunciare i suoi aggressori, preferendo la denuncia “morale”: “Non li avrebbero mai rintracciati, era sera li ho visti appena sul volto, sono scappati, ma anche li avessero presi cosa sarebbe successo?“. Angelo preferisce pensare a una goliardata ma questa goliardata poteva avere conseguenze molto più gravi. “È una cosa orribile, schifosa, ma finché ci saranno leggi troppo leggere purtroppo le cose andranno avanti così anche se tra pochissimi giorni entreremo nel 2019“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Milano mi incanta sempre… #milano #love #topdigamma🔝 #maifermarsi

Un post condiviso da Angelo Sanzio Ken Italiano (@angelosanzio_real) in data: