Il vescovo di Padova concede il perdono a don Cavazzana

Il nome di don Roberto Cavazzana era emerso per un duplice fattore; il famigerato scandalo delle orge in canonica, che vide coinvolto don Andrea Contin, e l’essere stato il confessore spirituale di Belén Rodriguez. L’ex parroco di Carbonara di Rovolon, provincia di Padova, ha ufficialmente ottenuto il perdono del vescovo.

La decisione del vescovo di Padova

Se per don Andrea Contin la pena è stata più che severa, ovvero il passaggio allo stato laicale. Per don Cavazzana invece il percorso è stato più lungo e lo ha portato all’ottenimento del perdono del vescovo e al suo prossimo ritorno in parrocchia quanto prima.

Il prete è stato infatti “perdonato” dalla curia e dal vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla. Il vescovo ha infatti stabilito che l’ex parroco di Carbonara di Rovolon, provincia di Padova, potrà presto riprendere il servizio.

Il vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla. Credits: Ansa

Due anni di percorso riabilitativo

Dopo circa due anni di percorso riabilitativo, durante il quale don Cavazzana ha vissuto in una comunità religiosa per ritrovare se stesso e la sua vocazione, il parroco è stato riammesso in Diocesi. Prima di riprendere a pieno servizio in una parrocchia, don Cavazzana dovrà prestare un anno di servizio di volontariato, celebrare in privato i riti e ritirarsi a vita privata all’insegna della morigeratezza.

Inoltre dovrà partecipare agli incontri di spiritualità e formazione del clero. Quando sarà reinserito in parrocchia, il prete vivrà vita comune insieme ad altri clerici. Don Cavazzana, sentitamente pentito per quanto fatto, ha chiesto perdono per aver arrecato sofferenza alla comunità.

Lo scandalo delle orge in canonica

La vicenda delle orge in canonica, emersa nel 2016, vedeva il nome di don Cavazzana accanto a quello del collega don Andrea Contin, il primo aveva infatti preso parte a festini a sfondo sessuale organizzati dal secondo.

Il 41enne sacerdote, noto anche per essere il primo assistente spirituale nel matrimonio tra Belén Rodriguez e Stefano De Martino aveva a lungo frequentato la parrocchia di Contin durante gli incontri a luci rosse organizzati da quest’ultimo. Cavazzana era stato ripreso durante rapporti ma, secondo quanto riportato da Il Gazzettino all’epoca, lo stesso parroco di Carbonara di Rovolon confessò in prima persona la sua partecipazione al pm Roberto Piccione. La vicenda era emersa a seguito della denuncia di un’impiegata 49enne tra le partecipanti ai festini.

La donna denunciò la violenza di Contin e il fatto che lui era solito aggredirla quando lei si rifiutava di assecondarlo. A seguito di una perquisizione in canonica, gli inquirenti trovarono una stanza del piacere, dove al suo interno c’erano diversi oggetti sessuali e film hard nascosti sotto immagini religiose.

Don Andrea Contin