Cane lasciato in macchina Immagine di repertorio

L’estate è iniziata da qualche settimana e il numero dei cani abbandonati sale a dismisura. Non solo, con l’inizio della bella stagione sono arrivate anche le temperature roventi e, solo nella giornata di ieri, 7 luglio, sono stati registrati nel Lazio due casi di padroni che hanno lasciato in macchina i propri cani.

Cucciolo in fin di vita

Il primo episodio è avvenuto a San Felice Circeo, un comune in provincia di Latina, molto frequentato nella stagione estiva. Come si legge sulla stampa locale e su un post di Facebook pubblicato dall’Associazione Chance for dogs, ieri pomeriggio, attorno alle 14, un ragazzo che si stava dirigendo in uno stabilimento balneare, avrebbe sentito dei guaiti, scambiati, inizialmente, per quelli di un gatto.

Insieme al gruppo di persone con le quali si trovava si è avvicinato alla macchina, parcheggiata in viale Europa, dalla quale provenivano i lamenti. Attraverso i finestrini della vettura hanno scorto un cucciolo di cane in fin di vita. Hanno immediatamente rotto il vetro e salvato l’animale, che era stato lasciato dal padrone nell’abitacolo rovente.

Secondo l’Associazione Chance for dogs il cane è un incrocio maremmano di 2 mesi. Le sue condizioni sono apparse subito critiche, è stato allertato il personale veterinario che, dapprima, lo ha rianimato e, successivamente, lo ha portato in una clinica.

Adesso stanno cercando in tutti i modi di salvarlo. Nel frattempo il proprietario del cucciolo, che si trovava in spiaggia con la famiglia, è tornato all’automobile e si sarebbe infuriato per il danneggiamento della propria vettura, si legge su Il Faro Online. Per questo motivo sono giunti sul luogo i carabinieri, per calmare la situazione. L’uomo, che rischia una denuncia per maltrattamento su animali, avrebbe assicurato di essersi allontanato soltanto per un minuto. La sua posizione è al vaglio delle forze dell’ordine.

L’altro episodio

Un altro caso, sempre nel pomeriggio di ieri, è accaduto ad Ardea, in provincia di Roma.

Un’anziana aveva lasciato il suo cagnolino dentro la macchina per andare in spiaggia. L’automobile si trovava sotto il sole cocente e, come precauzione, la donna aveva lasciato i finestrini abbassati per metà. Sul Quotidiano del Lazio si legge che, fortunatamente, l’animale è stato notato dalle Guardie Nazionali Ambientali, prima che potesse succedere una tragedia. La pattuglia ha rintracciato la proprietaria e l’ha redarguita per il comportamento verso il proprio animale. Secondo le Guardie, l’anziana non si era resa conto della gravità della sua azione, pensava davvero che al cane non potesse succedere nulla con i finestrini abbassati. Dopo la strigliata degli agenti, la donna si è scusata, ha lasciato la spiaggia per andare a casa con l’amico a 4 zampe.

Immagine: Il cucciolo in fin di vita estratto dalla macchina a San Felice Circeo. Fonte: Associazione Chance for Dogs/Facebook