orso Valentino

Polemiche in Francia per le esibizioni dellorso Valentino, che dopo aver trascorso due giorni a Châteaudun il 6 e il 7 luglio, si esibirà di nuovo domenica 21 luglio in occasione del festival medievale di Lusignan.

Polemiche per le esibizioni dell’orso Valentino

Pesa oltre il quintale l’orso Valentino, eppure è costretto, malgrado la sua volontà, ad esibirsi in occasione di sagre tradizionali che si svolgono lungo le strade delle Francia. Nel week end appena trascorso si è esibito nel corso della Festa della Lana a Châteaudun simulando l’attacco dell’animale all’uomo.

Protagonista di rievocazioni storiche medievali, come si evince dal sito di Aves France, organizzazione francese per la protezione degli animali, Valentino è nato in uno zoo degli Stati Uniti ed è stato acquistato dall’istruttore per sostituire l’orso Julia.

Quest’ultimo, ormai troppo vecchio per fare gli spettacoli, è stato affidato al rifugio dell’ASBL in Belgio.

Se tutto questo non bastasse, sempre in base a quanto si evince dal sito di Aves France, soltanto lo scorso anno il povero Valentino ha percorso più di 17 mila chilometri per inscenare degli spettacoli dallo stile medievale. Ritmi ritenuti particolarmente alti per degli animali che, invece di essere trattati come oggetti di spettacolo, dovrebbero vivere in natura.

Il punto di vista delle associazioni animaliste

Aves France quindi ha deciso di rendere pubbliche le foto di queste esibizioni e le immagini hanno scatenato numerose polemiche. “Ancora oggi, l’orso Valentino ha dovuto lavorare sotto i 45 gradi in pieno sole. Non se la sentiva e si rifiutava di eseguire i trucchi richiesti dal suo allenatore. – affermano i membri di Aves France attraverso la loro pagina Facebook – Il sindaco di Châteaudun ci ha proibito di manifestare, ma eravamo lì con Paris Animaux Zoopolis e Parti animaliste per filmare e rispondere alla stampa. La polizia era lì per guardarci e fare foto, cercando di farlo con discrezione.

Eppure nessuno è venuto a parlare con i pericolosi animalisti che siamo. Ancora una volta, l’istruttore ha spiegato al pubblico che non aveva collegato il cavo elettrico per proteggerli dall’orso, attaccando i legislatori. François de Rugy (Ministro dell’Ecologia), dobbiamo finire con questi spettacoli e velocemente! Ti preghiamo“.