La tomba del piccolo Francesco, in provincia di Vercelli, ora ha un nuovo presepe con un angelo che porta proprio il suo nome. Solo qualche giorno fa la madre di Chicco, Katia Munerati, aveva denunciato sui social il furto di un presepe dalla tomba del suo piccolo. Tutta la sua amarezza e rabbia si era riversata sui social, ma il suo grido di dolore non è rimasto inascoltato: uno sconosciuto ha donato un nuovo presepe.

Il regalo

Sono stata al cimitero sulla tomba di mio figlio e… ho trovato questo, inutile dire che mi sono commossa, non conosco personalmente la persona che ha avuto un gesto così gentile ma so che abita a Stroppiana, vorrei ringraziarla personalmente se possibile, nel frattempo lo faccio qui.

Grazie di cuore da parte mia e di Chicco che dall’alto ha visto quanta generosità e umanità dimora nel suo cuore..grazie ancora“, lo scrive Katia Munerati su Facebook, un modo per ringraziare la persona che ha fatto un gesto così dolce per lei e per suo figlio. Sapere che vicino a lei c’è qualcuno che ha pensato di farle un dono così bello e sentito.

Presepe rubato sulla tomba di un bimbo: sconosciuto ne dona uno nuovo

Il furto dalla tomba

Francesco è morto a 7 anni, un incidente in pullman sulla diramazione Stroppiana-Santhià della A4 se l’è portato via nel 2007 mentre era in gita scolastica. Un dolore immenso per la sua famiglia. Ogni anno la madre porta un dono sulla tomba del figlio in occasione del Natale, ma questa volta qualcuno lo ha rubato, scatenando tutta la rabbia, la delusione e la tristezza, che solo un gesto così vile può creare. “È dal Natale 2007 che portiamo un segno del nostro amore e affetto per un bimbo diventato angelo, e nessuno ha mai trafugato nulla dalla sua tomba, ma quest’anno ho avuto l’amara sorpresa proprio nel giorno di Natale.

 Rubare è un atto indegno, ma rubare sulla tomba di un bimbo è imperdonabile. È il gesto più vergognoso che un essere umano possa commettere, ancora di più se commesso sulla tomba di un bimbo“, così aveva scritto sui social, e il suo grido non è rimasto inascoltato.

tomba

Foto d’archivio, Ansa