La tempesta tropicale Pabuk sta mettendo in ginoccchio la Thailandia

La tempesta tropicale Pabuk che si sta abbattendo in Thailandia è stata considerata la più violenta degli ultimi decenni. Ha già causato un morto e un disperso e sta rovinando le vacanze di centinaia di turisti, bloccati in Thailandia a causa del suo arrivo.

La tempesta Pabuk: l’allerta delle autorità thailandesi

Sono 16 le province che le autorità thailandesi sono state costrette ad evacuare a causa della violentissima tempesta tropicale che si sta abbattendo sulle coste. Sono previste onde alte tra i 3 e i 5 metri, con picchi di 7.

Un pescatore è morto proprio a causa della terribile tempesta che sta imperversando, mentre si conta un disperso.

La tempesta tropicale Pabuk sta devatsando al Thailandia

I danni e il mare mosso a causa della tempesta tropicale Pabuk. Foto: Twitter video di Brendan Delanty

Piogge di elevatissima intensità avevano in qualche modo anticipato il suo arrivo sulle coste. Le autorità hanno già evacuato 7mila persone della provincia meridionale di Nakhon Si Thammarat, ma secondo qaunto dichiarato dal segretario del Dipartimento della Prevenzione e Disastri, Udomporn Kan, il numero delle persone che verrano evacuate potrebbe salire a 80mila, nella peggiore delle ipotesi.

Al momento la tempesta sta per abbattersi sull’arcipelago di Chumphon e le isole del Mar Andamane, proprio questi arcipelaghi rappresentano famose mete turistiche. Le scuole situate vicino alle coste sono state tutte sigillate e i militari sono pronti ad affrontare le conseguenze del terribile evento metereologico. Un video pubblicato su Twitter evidenzia tutta la potenza della tempesta tropicale.

“Dieci mila turisti sono rimasti a Koh Phangan”

Sono tantissimi i turisti che sono rimasti bloccati in Thailandia a causa della tempesta tropicale che ha causato la chiusura dei porti e degli aeroporti di Nakhon Si Thammarat e Koh Samui.

La Thailandia è nel pieno dell’alta stagione turistica, come ha ricordato uno dei portavoce del governo thailandese: “Siamo in alta stagione, ci sono molti turisti stranieri in destinazioni popolari, li abbiamo informati in anticipo due giorni fa, direi che la maggior parte ha lasciato le isole e si è spostata sulla terraferma“.

Il capo del distretto di Koh Phangan, Krikkrai Songthanee, ha rassicurato rispetto alle condizioni dei turisti: “Dieci mila turisti sono rimasti a Koh Phangan. (…) Ho parlato con alcuni di loro ieri sera.

Non hanno paura, capiscono la situazione“.

Credits immagine in evidenza e social: Twitter Nathan Peter