Donna vive con 160 cani: accusati di crudeltà sugli animali

Donna Roberts è stata arrestata per crudeltà sugli animali, dopo che i vicini di casa avevano dato l’allarme alle autorità del New Jersey, nauseati dalla puzza terribile proveniente dalla sua abitazione. Questa donna viveva infatti con 160 cani in casa, più 44 morti e nascosti nel freezer, le condizioni della sua abitazione era orribili: pulci, escrementi e urina ovunque. Al momento la donna è sotto processo e le è stato vietato di avere e occuparsi di qualsiasi animale.

Le condizioni di assoluto degrado in cui vivevano i cani

Donna Roberts, 65enne residente a Shamong Twonship, nel New Jersey, negli Stati Uniti, viveva in casa con 160 cani in pessime condizioni igieniche.

La sua casa era intrisa della puzza dei loro escrementi e della loro urina. I cani erano infatti costretti a espletare i propri bisogni nella casa e nel cortile della 65enne che usava della carta di giornale come lettiera.

Una donna viveva con 200 cani in mezzo a escrementi e urina

Uno dei cani in casa di Donna Roberts dopo essere stato preso in cura dei veterinari. Foto: Courier Post

I vicini di casa nauseati dalla puzza terribile proveniente dalla casa della donna hanno avvertito le autorità.

Il Dipartimento di salute della contea di Burlington con l’ausilio della polizia ha immediatamente provveduto a fare un’ispezione all’interno della sua casa. Le condizioni di assoluto degrado in cui sono stati trovati i cani e l’orribile fetore presente nell’abitazione della donna hanno causato nausea e svenimenti in diversi paramedici impegnati nell’ispezione.

4 dei 160 cani che vivevano nella casa sono stati trovati in pessime condizioni di salute. Si ipotizza che i 44 cani morti e conservati nel freezer siano deceduti perchè malnutriti. La 65enne sostiene di averli conservati lì per una motivazione ben precisa: “Invece di seppellirli li ho messi nel freezer per sentirli più vicini“.

Ora, tutti i cani sono stati visitati e curati ma è difficile, essendo così tanti, trovare per loro una sistemazione.

La donna crede di non aver fatto nulla di male

Dopo il fermo, Donna Roberts è stata al momento rilasciata ma con l’imposizione di non custodire alcun animale. Alla donna non è chiaro il motivo per cui dovrà sottoporsi a processo, infatti ha dichiarato: “Io amo gli animali… Non gli ho fatto del male“.

A casa con 200 cani 44 morti nel freezer

Uno dei cani trovati in casa di Donna Roberts. Foto: Courier Post

Come riportato dalla testata giornalistica NBC, il Colonnello Patrick Callahan ha chiarito i motivi del processo che la donna dovrà affrontare per l’accusa di crudeltà sugli animali: “Sebbene le circostanze relative alla morte dei 44 cani scoperti all’interno di sacchetti di plastica nei congelatori siano ancora oggetto di indagini, le condizioni di vita deplorevoli e disumane che i cani soccorsi sono stati costretti a sopportare sono tragiche.

Le truppe prestano giuramento per proteggere e salvaguardare la vita, comprese le vite e il benessere degli animali domestici, che possono essere vulnerabili agli abusi“.